Rimedi naturali per far crescere i capelli

·2 minuto per la lettura
acqua rosmarino crescita capelli
acqua rosmarino crescita capelli

Il rosmarino è una pianta aromatica molto amata in cucina per via del suo gusto e del suo profumo inebriante. In realtà però il rosmarino è in grado anche di velocizzare la crescita dei capelli in maniera del tutto naturale. In particolare, l’acqua di rosmarino è in grado di far diminuire la caduta dei capelli e di rivitalizzarli. Vediamo come utilizzare questa pianta per far crescere la chioma in tempi rapidi.

Acqua di rosmarino per la crescita dei capelli

Un rimedio naturale utile per la crescita dei capelli è l’acqua di rosmarino. Questo prodotto è semplice da realizzare, infatti basta semplicemente mettere a bagno qualche rametto di questa pianta in acqua e lasciar bollire per qualche minuto. Una volta raggiunto il punto di ebollizione si deve spegnere e lasciar riposare fino a quando non diventa freddo. Filtrate poi con un colino e conservate l’acqua aromatizzata al rosmarino che avete ottenuto all’interno di un flacone spray. Una volta realizzato potete conservarlo senza problemi per alcune settimane e utilizzarlo al bisogno.

L’acqua di rosmarino deve essere spruzzata direttamente sui capelli dopo averli lavati. Il primo effetto benefico che noterete immediatamente riguarda la capacità di sciogliere i nodi rendendo la chioma molto pettinabile. Continuando a utilizzare con costanza il rimedio riuscirete però anche a velocizzare la crescita dei capelli. Applicando l’acqua di rosmarino direttamente sul cuoio capelluto, rinforzerete i capelli e renderete la loro caduta molto meno significativa.

Questo rimedio naturale è un’ottima alternativa ai numerosi prodotti che si trovano attualmente in commercio per ridurre la caduta dei capelli e per farli crescere rapidamente. Per ottenere benefici reali serve chiaramente costanza nell’utilizzo dell’acqua di rosmarino. Vi suggeriamo di spruzzarla ogni volta che fate lo shampoo. Per facilitare l’applicazione del prodotto vi suggeriamo di separare i capelli e dividerli in ciocche cercando di far arrivare l’infuso direttamente a contatto con la pelle del cuoio capelluto.