Robert De Niro assicura: «Il mio infortunio non fermerà il film di Martin Scorsese»

·1 minuto per la lettura

Robert De Niro è reduce da un brutto infortunio avvenuto durante una pausa delle riprese in Oklahoma del prossimo film di Martin Scorsese, «Killers of the Flower Moon».

Sebbene il colpo sia stato duro da digerire, l’iconico attore continuerà a calcare il set, senza compromettere la tabella di marcia.

«Interpreto un personaggio sedentario nel film di Scorsese “Killers of the Flower Moon”», spiega De Niro riferendosi al suo personaggio, l’allevatore William Hale.

«Non mi muovo molto, grazie a Dio. Quindi ce la faremo. Devo solo portare a termine la procedura e tenerlo dritto in una certa posizione e lasciarlo guarire».

Il 77enne tuttavia ha provato un dolore "lancinante" quando si è ferito, in seguito ad una caduta.

«Ho strappato il mio quadricipite in qualche modo. Stavo solo scavalcando qualcosa e sono semplicemente caduto. Il dolore è stato lancinante e ora devo tenerlo a riposo aspettando che guarisca. Ma succede, soprattutto quando invecchi: devi essere preparato a cose inaspettate. Ma è gestibile».

La produzione di “Killers of the Flower Moon” è cominciata il mese scorso.

Il cast include anche Leonardo DiCaprio nei panni del nipote di De Niro, Ernest Burkhart, Lily Gladstone che interpreta la moglie di Ernest Mollie e Jesse Plemons, alias Tom White, un agente dell'FBI che indaga su una serie di omicidi tra la Osage Nation, ovvero tra un popolo di nativi americani di lingua siouan residenti nella regione delle Grandi Pianure.