Roberto Baggio: «Mio padre era diventato un nemico»

·1 minuto per la lettura

Roberto Baggio ha condiviso con il pubblico un’intimo spaccato del suo vissuto famigliare.

L'occasione si è presentata durante l'incontro stampa in remoto de “Il divino codino” di Letizia Lamartire, biopic sulla sua carriera targata Netflix, in associazione con Mediaset, che sarà disponibile sulla piattaforma dal 26 maggio.

«A un certo punto della mia vita mio padre era diventato come un nemico, perché era sempre rigido, severo, ma alla fine è stato lui la base di un'educazione che mi ha imposto di non arrendermi mai, di non mollare, di andare sempre oltre», dice Baggio come riporta l’Ansa.

«A volte si hanno problemi con i genitori, ma poi ci si accorge di loro quando non ci sono più».

Baggio è cresciuto con il padre, la madre Matilde, e sette fratelli: ha aderito al buddhismo della Soka Gakkai nel 1988.

«È un po' il mio karma, quello di combattere le cose che desidero. All'inizio non avevo armi contro questo, ma poi è arrivato il buddhismo. Oggi so che è la missione della mia vita, una cosa che devo combattere».