Robot lavapavimenti: guida all’acquisto

robot lavapavimenti

Per chi non ama lavare e pulire i pavimenti, potete optare per il robot lavapavimenti. Un apparecchio che funziona in completa autonomia permettendo di svolgere al meglio tutte le pulizie della casa in modo rapido. Ecco quali sono i migliori modelli.

Robot lavapavimenti

Si tratta di un apparecchio che agevola e velocizza le pulizie di casa. Per chi arriva a casa stanco dal lavoro e non ha voglia di dedicarsi alle faccende domestiche, ci pensa questo elettrodomestico che pulisce ogni pavimento, mentre voi siete affaccendati in altre cose o state cucinando. Prima di acquistarlo, ci sono alcuni requisiti e caratteristiche sulle quali è bene soffermarsi per scegliere il modello migliore.

Uno strumento che è entrato nelle case da ormai un po’ di tempo e che ha una relazione di parentela con l’aspirapolvere robot. Un apparecchio che, nella maggior parte dei casi, assolve al compito di lavare i pavimenti, come dice il nome stesso e non aspirare, come un aspirapolvere tradizionale. Un apparecchio autonomo. Funziona a batteria e copre soltanto una estensione di superficie prima di esaurirsi del tutto.

Oltre alla batteria, un altro componente da valutare al momento dell’acquisto è sicuramente il serbatoio e la sua capienza. Dal momento che si tratta di elettrodomestici dalle dimensioni molto compatte, il serbatoio dell’acqua non supera i 300 ml, anche se dipende dai modelli perché alcuni possono contenerne di più, a seconda delle vostre esigenze. Per una casa grande conviene optare per un modello di capacità maggiormente ampia.

Funziona con un carica batterie come quello dei cellulari oppure una base di ricarica che si può lasciare appoggiata in un punto qualsiasi del pavimento. Alcuni modelli maggiormente sofisticati hanno anche una app che è possibile regolare e controllare dal cellulare oppure dispongono di un telecomando per indirizzare i vari comandi e impostazioni utili.

Robot lavapavimenti: funzionalità

Durante il funzionamento dell’apparecchio, può adottare vari componenti riguardo la modalità della pulizia della casa e degli ambienti. Ecco alcune delle modalità di cui dispone:

  • Automatica: un apparecchio che funziona in autonomia proseguendo da solo finché non incontra un ostacolo lungo il percorso e, a quel punto, si blocca o cambia direzione sempre in automatico
  • Spot: si muove a spirale
  • Zig zag: prosegue finché non incontra un impedimento, per poi tornare indietro e seguire il percorso che è stato tracciato
  • Lungomuro: procede pulendo il tracciato della parete o del muro, in questo caso.

All’interno del robot lavapavimenti si trova un software di mappatura dell’ambiente della casa in modo che possa coprire e pulire tutta la superficie. Proprio come i robot aspirapolvere classici e tradizionali, anche questo apparecchio ha tantissime funzionalità che permettono di portare a termine i vari compiti e pulizie di casa.

Le funzioni sono utili in quanto permettono di rendere il robot lavapavimenti abbastanza autonomo nella gestione della pulizia e della carica. In ogni caso, i compiti e funzioni a cui assolve questo apparecchio sono essenzialmente di tre tipi:

  • Pulizia
  • Ricarica tramite un carica batterie
  • Controllo remoto con app oppure telecomando o nel modo classico, ovvero i tasti di accensione e spegnimento.