Roma, lo scrittore Valerio Massimo Manfredi in gravi condizioni

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Lo scrittore e storico Valerio Massimo Manfredi, 77 anni, si trova in condizioni critiche all'ospedale di Grosseto dopo essere stato trovato esanime in un appartamento di Roma, probabilmente vittima di un'intossicazione da monossido di carbonio.

Manfredi si trovava in un appartamento in via dei Vascellari, nel centro della Capitale, assieme alla scrittrice Antonella Prenner, anche lei ritrovata priva di sensi.

Valerio Massimo Manfredi, Italian writer, Torino, Italy, 3rd October 2014. (Photo by Leonardo Cendamo/Getty Images)
Valerio Massimo Manfredi (Photo by Leonardo Cendamo/Getty Images)

Ad allertare i soccorsi sarebbe stata la figlia dello scrittore, Diana, che non riusciva a mettersi in contatto con il padre.

Manfredi è stato trasportato d'urgenza con l'elisoccorso dal 118 dall'ospedale San Camillo di Roma a Grosseto nella serata di giovedì. Ricoverato in un primo momento in camera iperbarica, si trova ora in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale del capoluogo maremmano.

Studioso dall'attività poliedrica, Mandredi è autore di romanzi storici di successo come i due volumi di "Il mio nome è Nessuno" sulle gesta di Ulisse e la trilogia "Aléxandros", oltre ad aver condotto trasmissioni televisive popolari come "Stargate - Linea di Confine" su LA7 e "Argo, un viaggio nella storia" su Rai Storia.

GUARDA ANCHE: Polonia, cinque adolescenti morte per asfissia da monossido

Antonella Prenner è stata ricoverata in codice rosso al policlinico Umberto I. La donna, 47 anni, insegna Letteratura latina all'Università degli Studi di Napoli Federico II, è autrice di importanti studi sulla letteratura antica e del romanzo "Tenebre" (2018).

LEGGI ANCHE: Fuga di monossido, morti cinque anziani