Rosie Campbell salvata dal dentista: le ha diagnosticato una malattia

·1 minuto per la lettura
Soffriva di fortissimi dolori ma per i dottori non aveva niente
Soffriva di fortissimi dolori ma per i dottori non aveva niente

Rosie Campbell, una ragazza normalissima, aveva solo 13 anni quando ha iniziato a soffrire di forti dolori alle labbra, alla bocca e alla pancia.

Rosie Campbell: il dentista le diagnosticò la malattia

Notti in lacrime, dolori costanti. I medici pensavo di risolvere il suo malessere con trattamenti per l’herpes labiale e le emorroidi. Ad un banalissimo appuntamento dal dentista, Rosie scopre che non era herpes, tantomeno potevano essere emorroidi. Il primo ciclo di antibiotici non funzionava, pertanto aveva contattato uno specialista orale che le aveva diagnosticato la malattia infiammatoria intestinale permanente a seguito di una biopsia: la malattia di Crohn.

Rosie Campbell: la lotta e l’attesa dell’operazione

Necessaria la sacca per la colostomia -una piccola sacca impermeabile usata per raccogliere i ‘rifiuti’ dal corpo-. Rosie è riuscita a resistere esattamente 6 mesi prima dell’operazione; mesi difficili, nei quali i medici l’avevano informata che avrebbe potuto morire di sepsi. Rischiando di perdere la vita a causa di insufficienza cardiaca, nonostante i suoi livelli di potassio pericolosamente bassi, ha subito l’operazione.

I problemi, però, non erano finiti qui: aveva perso i suoi capelli, il peso continuava a calare. Fu costretta ad alimentarsi attraverso un tubo. Con il trascorrere del tempo, Rosie ha deciso di abbracciare la sua borsa e grazie ai social, in particolare Instagram, ha condiviso il suo percorso di auto-accettazione. Ad oggi è fidanzata: ha trovato l’amore con Reece.

Rosie Campbell: il suo messaggio di speranza, la sua vittoria

“Sono la persona più felice che abbia mai visto. Ho finalmente incontrato la mia anima gemella. Ho passato anni a preoccuparmi di incontrare nuove persone e di non essere in grado di avere avventure casuali a causa della ‘borsa’, ma le persone sono più comprensive di quanto pensi. Ottieni il massimo dalla mano che ti è stata data e vivi la tua vita migliore. Insieme possiamo rompere lo stigma e mostrare cos’è l’amore per se stessi e la cura di sé”.

LEGGI ANCHE: Il Sacro e l’Amor profano: com’è difficile amare (e capirsi) in questa società

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli