RuPaul’s Drag Race avrà la sua versione italiana e Tommaso Zorzi potrebbe essere uno dei giudici

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Ethan Miller - Getty Images
Photo credit: Ethan Miller - Getty Images

Il chiacchiericcio sulle prossime, succulente, uscite ha portato con se la novità che RuPaul's Drag Race potrebbe arrivare in Italia. A dare la notizia in anteprima è stato DavideMaggio.it e ora l'anticipazione è rimbalzata qua e là, arricchendosi di dettagli sulla possibile presenza di giudici noti e tanto tanto hype.

Non sarebbe la prima volta che il talent Usa lanciato da RuPaul nel 2009, vincitore di tre Emmy Awards e popolarità mondiale, viene adottato da un altro paese come hanno già fatto Inghilterra, Spagna, Tailandia, Canada, Australia e Nuova Zelanda. Secondo quanto riporta DavideMaggio.it la versione italiana di RuPaul's Drag Race andrà in onda su Discovery+ e le riprese inizieranno ufficialmente a settembre 2021. Allora, probabilmente nel 2022, vedremo le drag italiane sfidarsi nelle iconiche prove, dal confezionare abiti da sfilata a organizzare musical, fino all'imprescindibile battaglia finale a colpi di lipsync (si spera anche con i tormentoni italiani più pop degli ultimi tempi).

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

A giudicare le drag ci sarà una giuria composta da una drag queen, una persona definita dal sito “donna sensibile alle tematiche LGBT” e molto probabilmente Tommaso Zorzi. La presunta partecipazione dell'influencer, diventato famoso con la vittoria de Il Grande Fratello Vip e prima ancora con Riccanza, non è ancora stata confermata e già ha polarizzato l'opinione pubblica: c'è chi lo ama e chi ha qualche perplessità. Non tutti infatti credono che Tommaso Zorzi rispecchi a pieno gli ideali inclusivi di RuPaul's Drag Race. Come ha riportato QUiD Media, alcune dichiarazioni dell'influencer sono risultate controverse e, tra queste, ha pesato particolarmente il mancato confronto con Giorgia Meloni su tematiche LGBT durante una puntata del Maurizio Costanzo Show.

Perplessità a parte, l'imminente stagione di Drag Race Italia avrà RuPaul come guest star per la prima puntata, inaugurando al meglio il programma e dando la sua benedizione ufficiale. Per Ru Paul non sarà la prima volta in Italia, il talent scout aveva già incantato il paese con un esibizione al Festival di Sanremo del 1994, duettando con Elton John nella cover del brano Don't Go Breaking My Heart. Tuttavia, per la prima volta RuPaul potrà aprire l'Italia a un cambiamento in tema di visibilità LGBT senza precedenti, dando a nuove generazioni di drag queen la possibilità di emergere e raggiungere fama mondiale.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.