Russia, Navalny annuncia lo sciopero della fame

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

L'attivista russo e oppositore di Vladimir Putin Alexei Navalny, che da febbraio è detenuto in carcere, ha annunciato lo sciopero della fame. A riferirlo è la tv Dozhd che cita in proposito il canale Instagram del dissidente. 

"Ho dichiarato questo sciopero della fame con la richiesta di far sì che sia rispettata la legge e che io possa essere visitato da un medico. E così me ne sto sdraiato e affamato, ma per ora con due gambe", si legge nel messaggio.

Navalny, secondo i suoi legali, lamenta di essere stato lasciato in condizioni "simili alla tortura", nella sua cella "non lo fanno dormire", e soffre da giorni di dolori alla schiena e alla gamba destra. Ma il servizio penitenziario ha assicurato in una nota che l'uomo sta ricevendo "la necessaria assistenza medica".

VIDEO - Navalny: "Chiuso in un campo di concentramento". Le immagini del carcere

Il leader dell'opposizione russa è detenuto nella colonia penale Ik-2 di Pokrov, a circa 80 chilometri di Mosca. Lo scorso febbraio era infatti stato condannato a due anni e mezzo di detenzione per aver "sistematicamente violato i termini della libertà condizionale". 

VIDEO - Navalny, irruzione in casa del medico e lei...