«Rust», Alec Baldwin: «La peggiore situazione della mia vita»

·1 minuto per la lettura

Il 2021 è passato, ma Alec Baldwin non riesce a dimenticare l’evento che ha tragicamente segnato l’anno che si è appena concluso.

In un video di 13 minuti, l’attore è tornato a parlare della sparatoria avvenuta sul set di «Rust» lo scorso ottobre, costata la vita alla direttrice della fotografia Halyna Hutchins.

«Un’altra chance di lasciare andare tutto ciò che ci fa male, che ci distrugge», ha scritto Baldwin nella caption.

Alec ha riflettuto sui tanti messaggi ricevuti dai fan dopo aver esploso i proiettili, partiti da un’arma di scena inspiegabilmente carica, che hanno ucciso la Hutchins e ferito il regista Joel Souza.

«Ho incontrato persone che sono state gentili, premurose e generose di spirito, altre invece che sono state maligne sulla morte di Halyna Hutchins», ha scritto la star del Saturday Night Live. «Non ho paura di dirlo e di spiegarlo con alcuni eufemismi: qualcuno è morto in modo molto tragico. E ho ricevuto tanto, davvero tanto, bene dalle persone. È semplicemente incredibile».

«Questa è stata sicuramente la peggiore situazione in cui sono rimasto coinvolto e spero che le persone che stanno indagando giungano alla verità il prima possibile. Voglio la verità più di chiunque altro».

Alec ha poi elencato alcuni buoni propositi per il nuovo anno, tra cui «non permettere che la negatività condizioni la mia vita» e «intensificare i rapporti con le persone che amo».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli