Sì, Amanda Knox parla nel bel mezzo delle elezioni USA (e questo tweet sull'Italia non lo meritiamo)

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: NBC NewsWire - Getty Images
Photo credit: NBC NewsWire - Getty Images

From ELLE

Ok, che la politica ultimamente si stesse trasformando in una farsa sempre più simile a una gag di Borat l'avevamo già ampiamente intuito. Basti solo pensare a Kanye West candidato alle presidenziali, per dirne una. Ma ora che siamo qui ad aspettare i risultati (spoiler: no, Kanye non vincerà) e la tensione sale, ovviamente è iniziata la saga del "vediamo chi la spara più grossa" su Twitter e i candidati sono già parecchi, in primis ovviamente Trump che si autoproclama vincitore sui social a scadenze regolari prima ancora che il conteggio delle schede sia finito. Insomma, c'è pane per i denti di chi ama l'intrattenimento paradossale da personaggi social con manie di protagonismo. Se dovessimo fare una classifica, però, Amanda Knox, tra tutti, si è davvero superata pubblicando un tweet che ha subito scatenato polemiche diventando virale. "Qualunque cosa accada, i prossimi quattro anni non potranno essere peggio di quelli che ho passato in Italia per studiare all’estero, giusto?". Ookay.

Va bene che l'ansia fa brutti scherzi e che Amanda Knox è ormai conosciuta per un'indole polemica, la tendenza alle sparate shock e uno humor nero e discutibile (pensiamo alla guida di sopravvivenza per il lockdown ispirata ai suoi anni in prigione o ai selfie di lei in partenza per il famigerato Erasmus), ma qui siamo su un nuovo livello. Davvero vogliamo paragonare una vicenda tragica di cronaca nera - con tanto di omicidio (quello della sua coinquilina Meredith Kercher), indagini, accuse, condanne e quant'altro - alla situazione politica attuale? Are you serious, Amanda? E poi quale sarebbe il collegamento? "Cercavi attenzione? Eccotela", ha risposto un utente e forse il vero motivo di questo tweet ad alto contenuto autoreferenziale sta tutto qui.

Ma parlando di post autoreferenziali, c'è qualcun altro che concorre per sottrarre a Knox lo scettro del commento più trash a queste elezioni. È sempre lui, ovviamente, il nostro Kanye che continua imperterrito con la sua farsa (e Kim Kardashian ormai si astiene da ogni commento). "Per la prima volta nella mia vita ho votato", ha dichiarato il rapper sui social (e già qui...), "E ho votato per qualcuno di cui mi fido veramente...me stesso". Beh, viva la sincerità.

Tra i tweet più condivisi, infine, c'è anche quello pubblicato da Ryanair dopo il discorso di Trump e che, in effetti, in questo guazzabuglio mediatico fatto di exit poll, dichiarazioni ufficiali, fake news e gastriti nervose, un sorriso lo strappa. "Trump che si dichiara vincitore così presto è un po' come dare inizio allo sbarco prima ancora che l'aereo sia atterrato. Noi non ci sentiamo di consigliarlo".

Insomma, per ingannare l'attesa tutto fa brodo, pure i meme, le gif e l'entertainment social di basso rango. Intanto il tempo passa, la partita è aperta e noi cerchiamo di placare l'ansia e nascondere i palesi segni di nervosismo. Good Luck with it.