Sì, manca poco all'abbronzatura: ecco come preparare la pelle con i consigli degli esperti

Di Carlotta Tosoni
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Ian Waldie - Getty Images
Photo credit: Ian Waldie - Getty Images

Preparare la pelle all'esposizione solare è fondamentale per ottenere non solo un'abbronzatura omogenea ma anche per contrastare tutti i danni che i raggi UV possono arrecare: scottature, segni, rughe, ma anche macchie e, a lungo andare, melanomi.

L'ideale è approcciarsi al sole in maniera graduale, abituando lentamente il nostro corpo ai raggi, in modo da non subire uno shock dovuto all'esposizione troppo intensa, magari direttamente nei mesi estivi. Tutti i fototipi devono seguire un approccio soft al sole, ma ovviamente chi ha la pelle più chiara deve prestare qualche accortezza in più.

Fondamentale è ricordarsi che i raggi sono più forti tra le 10 e le 16, perciò se dobbiamo abituarci, meglio iniziare a esporsi la mattina molto presto o nel tardo pomeriggio.

Come preparare la pelle all'abbronzatura: qualche consiglio

Anche involontariamente, nella bella stagione siamo inevitabilmente più esposti al sole nonché più scoperti: anche se non abbiamo in programma di andare in vacanza in riva al mare a breve, è bene comunque introdurre questi step nella nostra routine quotidiana.

Esfoliare la pelle e idratarla

Avere la pelle sia del viso che del corpo uniforme e idratata le permetterà di produrre melanina in maniera più uniforme, prevenendo la comparsa di macchie più scure. Dopo ogni scrub è fondamentale idratare bene l'epidermide, meglio ancora se con prodotti a base di acido ialuronico e collagene che stimolano il naturale rinnovamento cellulare. Si possono anche utilizzare creme attivatrici, che grazie a enzimi specifici velocizzano il processo.

Lo scrub si può fare anche tranquillamente quando si è già abbronzati senza rischiare di eliminare la tintarella, ma anzi contribuirà a mantenere l'abbronzatura più a lungo. Mai dimenticarsi dopo una lunga giornata al sole di idratare abbondantemente la pelle, soprattutto con prodotti doposole a base di aloe vera, rinfrescante e lenitiva.

La protezione solare sempre

Ora che la pelle è pronta va adeguatamente schermata. È consigliato da dermatologi esperti di bellezza applicare la protezione solare, in particolare sul viso, tutti i giorni dell'anno, inverno compreso. Questo perché anche i deboli raggi di dicembre possono danneggiare il nostro viso.

Ovviamente con la bella stagione la crema diventa un alleato imprescindibile, che andrebbe riapplicata ogni due o tre ore o ogni volta che si fa il bagno. Per ovviare il problema se siamo truccate, possiamo scegliere delle creme solari da nebulizzare sul viso, studiate appositamente per depositarsi in maniera delicata e non lasciare patina bianca. Oppure prodotti in polvere studiati apposta per tenere sotto controllo l'opacità del viso rinfrescando l'SPF.

La crema non va messa solo in spiaggia, ma anche in città!

Alimentazione e integratori

Per quanto riguarda l'alimentazione vale assolutamente il buon senso, quindi bisogna consumare tantissima verdura, soprattutto contenente betacarotene e vitamina E, come carote, meloni, asparagi, albicocche, pomodori, eccetera ma anche arance, frutti di bosco e semi oleosi. La rigenerazione della pelle più rapida si accompagnerà anche a una maggiore produzione di melanina, che preparerà al meglio la vostra pelle. Con il sole e soprattutto il caldo si perdono tanti liquidi, che vanno costantemente reintegrati bevendo tanta acqua.

Possono anche essere utili gli integratori specifici: questo è il momento perfetto per iniziare ad assumerli. Ce ne sono di vari tipi: che aiutano la produzione di collagene, antiossidanti che contrastano la comparsa di macchie scure (ideali per pelli agée), oppure che stimolano la produzione di melanina. Bisogna sceglierli in base alle nostre esigenze e prenderli con costanza. Ricordarsi che sono solo un aiuto e non un sostituto del filtro solare.