Sala dolce sala: da Dune a Diabolik, i titoli più attesi che vedremo (finalmente) al cinema in autunno

·8 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo/© 2020 Warner Bros. Entertainment
Photo credit: courtesy photo/© 2020 Warner Bros. Entertainment

Mettiamola così: quest'estate è stata una sorta di preparazione atletica, in vista della tostissima stagione autunnale. Da settembre saremo inondati di titoli, blockbuster, film evento e chicche di vario genere. Per reggere il ritmo ci vorrà un fisico bestiale. Noi non vediamo l'ora anche perché le storie potenzialmente memorabili sono svariate. Ecco, a grandi linee, cosa ci attenderà prossimamente nelle sale (con anche una sbirciatina al 2022...) per quella che potrebbe essere la ripresa più appassionante degli ultimi decenni...

Film Autunno 2021, i blockbuster

Sì, partiamo da qui, perché nella vita bisogna anche guardare al sodo. I film d'autore sono bellissimi, intendiamoci, ma noi ora desideriamo solo una cosa: la grande storia da sparare rigorosamente su grande schermo, con tutto il codazzo di colori sgargianti, Dolby sorround e (sì, vogliamo esagerare) poltroncine che vibrano. Quindi, ecco i blockbuster ai blocchi di partenza. In prima linea c'è l'attesissimo Dune: adattamento del celebre romanzo sci-fi, è un kolossal visionario con protagonisti i due attori del momento, ossia Timothée Chalamet e Zendaya. I più fortunati lo vedranno il 3 settembre alla Mostra del cinema di Venezia, dove sarà presentato in anteprima mondiale, il resto del mondo invece se lo godrà in sala dal 16 settembre. Quanto alla storia, il focus è sul giovane Paul Atreides: è lui l'erede e, stando al trailer, potrebbe salvare l'intera umanità o farci tutti secchi. I precedenti del padre non depongono benissimo...

Dopodiché c'è il mega cinecomic Eternals con la mitica Angelina Jolie. Data prevista dalla Disney: 3 novembre. La regista è nientemeno che la Chloé Zhao che ha sbancato gli Oscar 2021 con Nomadland. Qui, come si intuisce, cambia decisamente genere battezzando la Jolie nell'universo Marvel. In Eternals, l'ex moglie di Brad Pitt interpreta Thena e avrà il suo bel d'affare nel difendere l'umanità dai temibili Devianti. Nel cast segnaliamo anche la presenza di Richard Madden nel ruolo di Icarus e Salma Hayek in quelli di Ajak. Tra i super eroi in arrivo spiccano anche il nuovo Spiderman: No way home, atteso per dicembre 2021, e l'inedito Shang - Chi e la leggenda dei dieci anelli dove farà il suo debutto il primo eroe asiatico con poteri speciali (ebbene sì, prima non esisteva...). La data prevista è il 1 settembre. Per vedere il nuovo Batman, interpretato dall'ex vampiro Robert Pattinson, dovremo invece aspettare il 2022 così come per l'attesissimo sequel del kolossal Avatar.

Photo credit: courtesy Photo/Disney/Photo by Niko Tavernise
Photo credit: courtesy Photo/Disney/Photo by Niko Tavernise

Nel novero dei film "nati per essere visti su grande schermo" includiamo senza indugio anche il remake di West Side Story. Il celebre film arriverà nelle sale a dicembre, diretto da Steven Spielberg, in una versione coloratissima, travolgente ed esplosiva. Stando alle indiscrezioni, Spielberg avrebbe preso come riferimento non il celebre cult del 1961, diretto da Robert Wise e vincitore di ben 10 Oscar, bensì il film originale, realizzato nel 1957. La storia è quella nota: l'amore contrastato tra due giovani ragazzi che appartengono a bande rivali. A interpretare i due piccioncini sono l'ex genio della truffa Ansel Elgort e l'attrice teatrale Rachel Zegler, qui al suo debutto sul grande schermo. Infine, la sala è il luogo ideale per vedere i tre sequel con il più alto tasso di effetto nostalgia, ovvero Top Gun: Maverick, a novembre; The Matrix 4, con Keanu Reeves, e Ghostbusters: legacy, che schiera tra le new entry il volto di Stranger Things Finn Wolfhard.

Lunga vita ai biopic

Un consiglio: tenete d'occhio i biopic. Quello che una volta era un genere (solo) a misura di pubblico d'essai, oggi è diventato un filone accattivante capace di strizzare l'occhio anche al pubblico più mainstream. Ebbene, tra settembre e la fine dell'anno sono almeno cinque i titoli da non perdere. Il primo è Respect, come il titolo della celebre canzone di Aretha Franklin, che poi è il modo migliore per riassumere, in una sola parola, tutti i punti forti del film. Distribuito da Eagle Pictures, Respect ripercorre la storia della celebre cantante, partendo proprio dagli inizi, quando lei era snobbata e sottovalutata. Insomma, un biopic ad alto tasso di musica, rivendicazioni sociali e #blacklivesmatter. Nel ruolo di Aretha c'è una strepitosa Jennifer Hudson. Date un occhio al trailer, e ne converrete...

Se amate la musica e negli anni 90 frequentavate il liceo (che vuol dire: "Ho visto il film Titanic e mi alzavo ogni mattina cantando My heart will go on"), allora non potete perdere nemmeno il francese Aline su Celine Dion. Il film schiaccia l'occhio al genere biopic per poi prendere una strada tutta sua: sebbene ripercorra la vita di Dion, la protagonista si chiama Aline Dieu ed è interpretata dalla stessa regista Valérie Lemercier. Un'operazione curiosa, non c'è che dire. Peraltro in Francia la pellicola è già uscita mentre da noi arriverà in autunno, distribuita da Lucky Red. Gli appassionati di sport non possono poi perdere I'm Zlatan e King Richard. Partiamo dal primo. Dopo Sanremo, Zlatan Ibrahimovic si prende anche il cinema: ispirato all'omonima autobiografia, I'm Zlatan ripercorre la vita del celebre fuoriclasse, dall'infanzia disagiata ai successi che lo hanno consacrato un fuoriclasse del calcio. Piccolo inciso: nel 2022 vedremo Ibra anche in versione attore. Il nostro è nel cast del film Asterix e Obelix.

Photo credit: Jacopo Raule / Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Jacopo Raule / Daniele Venturelli - Getty Images

Dopodiché c'è King Richard. La storia delle campionesse del tennis Serena e Venus Williams viene ricostruita dal punto di vista del padre&manager Richard e a interpretarlo è nientemeno che Will Smith. Secondo i ben informati è il ruolo che potrebbe aprire le porte degli Oscar all'ex Principe di Bel - Air. Infine, ma non per importanza, vogliamo forse perderci il biopic reale Spencer? Ovvio che no. Il film ricostruisce il come-quando-perché del celebre divorzio di Lady D, qui interpretata da Kristen Stewart.

Largo agli italiani

Anche noi italiani abbiamo in serbo parecchia roba forte. Tanto per cominciare arriveranno (finalmente) sia Freaks out che Diabolik. Il primo è programmato per il 28 ottobre (con anteprima a Venezia), il secondo sarà invece il pezzo forte di Natale. In entrambi i casi sono due successi annunciati: il pubblico aspetta da anni, con messianica pazienza, l'opera seconda di Gabriele Mainetti. Con Lo chiamavano Jeeg Robot il regista romano era riuscito a dare uno scossone alla Settima Arte italiana e, a giudicare dal trailer, Freaks out potrebbe essere altrettanto spiazzante e innovativo. Quanto a Diabolik, il progetto non ha certo bisogno di presentazioni. A prestare il volto - anche se mascherinato - al celebre ladro è Luca Marinelli mentre Eva Kant avrà la sensuale bellezza di Miriam Leone.

Fine anno si annuncia peraltro un po' intasato (come sempre...). Oltre a Diabolik, arriverà al cinema l'ultimo film interpretato dal compianto Gigi Proietti: è lui il protagonista di Io sono Babbo Natale, insieme a Marco Giallini. L'accoppiata promette faville e sarà un modo per riavere il maestro, almeno ancora per un po', tra noi... Il 30 dicembre è inoltre previsto il prequel de La befana viene di notte - le origini. Piccola chicca: nel cast spunta Monica Bellucci, nei panni di una strega buona. Sarà infatti lei a salvare (e istruire) la piccola protagonista Paola (Zoe Massenti): una bimba che vive in strada, tra sotterfugi e piccole truffe, ma che finisce per contrariare l'uomo sbagliato ossia il terribile Barone De Michelis (Fabio De Luigi).

Tra i titoli da tenere d'occhio segnaliamo anche l'esordio alla regia di Jasmine Trinca, che dirige Alba Rohrwacher in Marcel!, l'apocalittico Siccità di Paolo Virzì, ambientato in una Roma dove non piove da 367 giorni, e la commedia romantica Lasciarsi un giorno a Roma di e con Edoardo Leo. No, in questo caso non si tratta di un'opera prima, bensì quarta, ma lui ci piace e il film, come suggerisce il titolo, parla della fine di una storia d'amore. Un tema che ci interroga da sempre e ci commuove ogni volta. Nel cast anche Stefano Fres; il film uscirà nel 2022. In programma ci sono poi tantissimi adattamenti letterali, come Tre piani di Nanni Moretti, in concorso all'ultimo festival di Cannes; Il colibrì di Francesca Archibugi, Il sergente nella neve di Matteo Rovere (ma l'elenco è molto, molto più lungo). Last but not least, Promises. Che in realtà non è un film italiano. E' una coproduzione italofrancese, girata in lingua inglese, ma nel cast c'è anche il nostro Pierfrancesco Favino e la storia è in parte ambientata in Italia... quindi, insomma, lo facciamo nostro e ve lo segnaliamo. La pellicola è scritta e prodotta da Amanda Sthers, che è anche la scrittrice dell'omonimo best-seller internazionale a cui si ispira la storia. Ci sono effettivamente i presupposti per una leggerissima mania di onnipotenza ma le dichiarazioni d'intenti di Sthers fanno ben sperare: "Sono una donna che racconta la storia di un uomo, sono francese, vivo a Los Angeles e giro in inglese tra Roma e Londra", ha spiegato. "Volevo che questo film raccontasse un sentimento che riguarda tutti e che questa scelta fosse riflessa nel cast. Favino e Reilly, insieme, rappresentano la quintessenza della coppia cinematografica, portando la nostra storia in una dimensione senza tempo".

Photo credit: Gettyimages.com - Getty Images
Photo credit: Gettyimages.com - Getty Images

I cartoni

Vogliamo forse trascurare il genere che più ci piace al cinema? Ovvio che no. Con la riapertura delle sale torna anche la grande animazione e, sì, pure il filmozzo d'ordinanza targato Disney, quello che si guarda a prescindere. Si intitola Encanto, uscirà a novembre e ha per protagonista una ragazza che è l'unica, nella sua famiglia, a non avere poteri magici. Una bella seccatura... La storia è ambientata in un mondo selvaggio e incontaminato. Ma c'è anche un altro graditissimo ritorno: quello della Famiglia Adams. Tornerà, al completo, in un sequel animato ("un sequel? che originalità", chiosa seccata Mercoledì nel teaser...). Infine, segnaliamo Ron - Un amico fuori programma: una storia sul valore dell'amicizia, ambientata in un mondo dove i robot parlano e camminano. Sono loro i grandi amici dei più piccoli. Peccato che il robot del protagonista sembra avere un guasto...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli