Sali da bagno: perchè usarli?

·2 minuto per la lettura
sale himalaya bagno
sale himalaya bagno

Il sale rosa dell’Himalaya è molto apprezzato in cucina, ma lo si può utilizzare anche in altri modi. Farsi il bagno con il sale dell’Himalaya permette infatti di pulire a fondo la pelle e di abbassare la pressione del sangue. Aggiungere all’acqua questo sale significa equilibrare il pH del corpo. Scopriamo come farsi il bagno in modo corretto per poter trarre il massimo dei benefici da questo rimedio naturale.

Fare il bagno con il sale dell’Himalaya

Prima di fare il bagno con il sale dell’Himalaya vi congigliamo di lavare con cura il vostro corpo facendo una doccia. In questo modo riuscirete ad ottenere il massimo dei benefici disintossicanti dal vostro bagno. Dopo aver eliminato con cura tutto il sapone dal corpo, riempite la vasca da bagno con acqua calda: non esagerate con la temperatura perchè deve essere di circa 37°C e non essere bollente.

Aggiungete il sale mentre la vasca si riempie di acqua. Per quanto riguarda la dose, vi suggeriamo di mettere un chilo di sale dell’Himalaya nel caso abbiate una vasca di dimensioni standard. Se le dimensioni della vasca sono diverse e hanno una capacità che non è di 100 litri o 120 litri, cercate di regolarvi in maniera corretta senza mai esagerare.

Prima di immergervi nella vasca da bagno lasciate al sale il tempo di sciogliersi. A questo punto aggiungete qualche goccia di olio essenziale a scelta per rendere l’esperienza migliore. Vi consigliamo di utilizzare olio essenziale di lavanda nel caso desideriate rilassarvi, se preferite invece un bagno energizzante vi consigliamo di aggiungere 3 gocce di olio essenziale di menta.

Rimanete nella vasca per circa 20-30 minuti. Immergersi per troppo o per troppo poco tempo causerebbe dei problemi all’organismo in quanto rischiereste di sentirvi molto deboli non appena usciti. Vi consigliamo di tenere un po’ di acqua da bere vicino alla vasca: in questo modo non rischierete di restare disidratati.