Salute vascolare negli anziani: ridurre le calorie può aiutare

·2 minuto per la lettura

Esercitarsi quotidianamente e tagliare 250 calorie al giorno può migliorare la salute del cuore negli anziani.

Lo riporta un team di scienziati statunitensi che ha intrapreso uno studio randomizzato composto da 160 adulti sedentari, di età compresa tra 65 e 79 anni, classificati come obesi.

Ogni partecipante è stato assegnato in modo casuale a un gruppo di studio per 20 settimane.

Ad un gruppo è stato chiesto di continuare con la dieta abituale; un’altro è stato sottoposto ad esercizio fisico moderato abbinato ad una restrizione calorica minima; mentre all’ultimo gruppo è stato chiesto, oltre all’esercizio fisico, di attuare una restrizione calorica più intensiva.

Il team di studiosi ha così scoperto che il gruppo sottoposto ad esercizio fisico e ad una diminuzione moderna dell’apporto calorico, ha perso quasi il 10% del peso corporeo totale o circa 9 kg durante il periodo di studio, che è durato cinque mesi. Inoltre il gruppo ha sperimentato miglioramenti significativi della rigidità aortica.

«I nostri risultati indicano che i cambiamenti dello stile di vita progettati per aumentare l'attività aerobica e ridurre moderatamente l'apporto calorico giornaliero possono aiutare a ridurre la rigidità aortica e migliorare la salute vascolare generale», ha affermato l'autrice principale dello studio, la dottoressa Tina E. Brinkley.

«Tuttavia, siamo rimasti sorpresi nello scoprire che il gruppo che ha ridotto maggiormente il proprio apporto calorico non ha avuto alcun miglioramento della rigidità aortica, anche se ha avuto diminuzioni del peso corporeo e della pressione sanguigna simili a quelle dei partecipanti con moderata restrizione calorica. Questi risultati suggeriscono che la combinazione dell'esercizio con una modesta restrizione calorica - al contrario di una restrizione calorica più intensiva o senza restrizione calorica - probabilmente massimizza i benefici sulla salute vascolare, ottimizzando anche la perdita di peso e i miglioramenti nella composizione corporea e nella distribuzione del grasso corporeo.

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista dell'American Heart Association, Circulation.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli