Sam Taylor-Johnson dirigerà il biopic su Amy Winehouse

Sam Taylor-Johnson dirigerà il film sulla vita di Amy Winehouse.

Il biopic sulla defunta cantante è in fase di sviluppo da diversi anni, ma stavolta la pellicola, che sarà intitolata «Back to Black», è ufficialmente in lavorazione, con la regista di «Cinquanta Sfumature di Grigio» nominata alla guida del progetto.

Taylor-Johnson, che era molto amica della star britannica, ha condiviso la news su Instagram, scrivendo: «È un sogno poter dirigere questo film. Sono pronta, andiamo #amywinehouse #backtoblack».

Sam si metterà subito alla ricerca di un’attrice per il ruolo della protagonista. Potrebbe trattarsi di un’esordiente o di una giovane attrice non nota al grande pubblico.

A occuparsi della sceneggiatura di «Back to Black» sarà Matt Greenhalgh, che ha già lavorato con Taylor-Johnson sul film dedicato a John Lennon «Nowhere Boy» e su «Control», pellicola sulla vita di Ian Curtis.

Il film verrà prodotto da Studiocanal e avrà il pieno supporto degli eredi della vincitrice ai Grammy Awards, incluso il padre Mitch Winehouse, che in passato ha criticato il documentario «Amy», vincitore di un Oscar.

La star di «Prometheus» Noomi Rapace era stata accostata al ruolo di Amy nel 2015, ma il progetto fu poi accantonato.

I produttori Alison Owen e Debra Hayward hanno raggiunto un accordo con la famiglia Winehouse nel 2018, rimanendo in contatto negli anni per le varie fasi di sviluppo del film.

Alla domanda sulla possibile interprete di Amy, Mitch ha così risposto in una precedente intervista: «Non mi dispiacerebbe se fosse una giovane attrice sconosciuta, magari inglese, londinese, che somigli un po’ a Amy».

Amy Winehouse è morta a seguito di un’intossicazione da alcolici nel 2011 a soli 27 anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli