Sappiamo che te lo sei chiesto tante volte e qui trovi la risposta: flirtare è come tradire?

Di Cecilia Alba Luè
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From Cosmopolitan

Immaginati la scena. Sei a una festa (ovviamente - nel mondo prima del maledetto coronavirus) senza la tua dolce metà. Arriva un* ragazz* super sexy e inizia a parlare con te. Capisci che gli (o le) interessi al di là dell'amicizia. Tu stai al gioco perché ti diverti e ti piacciono le sue attenzioni, ma senza avere intenzione di lasciargli il tuo numero o andare oltre quella conversazione. Alla fine della serata, mentre torni a casa, i tuoi amici vogliono sapere di più del vostro scambio e poi ti chiedono: "Ma cosa ne penserebbe il tuo ragazzo?" - o la tua ragazza?

OPS. Non te n'eri accort* - per te si trattava di un flirt innocuo, un passa-tempo... E ora tutto a un tratto ti sommergono i sensi di colpa. Ma quindi, flirtare è come tradire? La risposta non è così semplice.

Il flirt può essere considerato un tradimento?

Dipende. Non esiste una risposta finale a questa domanda, perché ognuno ha una sensibilità diversa. Ogni coppia definisce i propri confini a seconda di esigenze diverse: per qualcuno, flirtare con altre persone è considerabile come un inganno al proprio partner, per altri significa solo aggiungere un po' di pepe alla coppia. Si tratta effettivamente di una questione piuttosto complicata, in cui rientra anche l'implicazione della presenza (o assenza) di un atto fisico. In ogni caso, un semplice flirt può rivelarsi causa di dolore e perdita di fiducia, per questo è materia da maneggiare con GRANDE CAUTELA.

Flirtare è come tradire? La parola agli esperti

Dal momento che sembrerebbe non esistere un verdetto definitivo, Cosmopolitan US ha raccolto le opinioni di alcuni esperti a proposito. Ecco che cos'hanno scoperto.

Flirtare è come tradire? "Dipende dall'intenzione e dalle regole di coppia"

La psicologa Michelle Croyle ha risposto a Cosmo US che, dal suo punto di vista, dipende tutto dall'intenzione e dall'integrità del cuore della persona. Qualcuno potrebbe semplicemente essere molto estroverso e amichevole con gli altri, ma senza alcun interesse amoroso verso qualcuno che non sia la propria dolce metà. Ciò potrebbe comunque offendere il partner e creare risentimento, soprattutto se più introverso e meno abituato a questo genere di interazioni. In tal caso, la dottoressa Croyle consiglia di condividere i propri sentimenti e lavorare insieme a una soluzione accettabile per entrambi.

Anche la terapista famigliare Tiffany C. Brown ha condiviso con Cosmo US un'opinione simile: "Flirtare può essere assolutamente percepito come un tradimento, ma dipende dalle regole e dalle aspettative della relazione. Alcune coppie non vedono flirtare come un inganno perché non rappresenta una minaccia per l'infrastruttura della coppia e non infrange nessuna delle regole della relazione. Altri considerano il flirt problematico e irrispettoso. Spetta alle coppie avere conversazioni sulle loro opinioni sul flirt in modo che possano sviluppare regole e linee guida per la loro relazione".

Flirtare è come tradire? "No, ma è importante considerare che potrebbe ferire il tu* partner e rompere la sua fiducia"

"No, flirtare non è tradire", afferma la psicologa di coppia Anita A. Chilipala. "Alcune persone sono socievoli, carismatiche o semplicemente si divertono a flirtare sapendo che non ne verrà fuori nulla. Tuttavia, flirtare può rompere la fiducia e far sentire insicuro un partner. In questo caso, è importante per ogni partner negoziare le proprie esigenze e scendere a compromessi".

Il consulente di coppia Ebru Halper spiega inoltre che gli esperti in materia considerano il tradimento come "un atto riservato che rompa i confini della relazione primaria". In questo senso, se la coppia è a suo agio con il flirt e può farlo senza esserne minacciata, allora non si tratta di tradimento. D'altra parte, se uno dei due non è a suo agio con il fatto che il partner flirti, allora è certamente una violazione della sicurezza nella relazione. Insomma, secondo Haper la vera domanda da porsi è: fino a che punto sei dispost* a spingere il tuo flirt, con che frequenza lo fai e in che modo questo influisce sulla tua relazione primaria?

Flirtare è come tradire? "Se non lo faresti di fronte al tuo partner, allora non farlo neanche quando non c'è"

"Penso che il più grande malinteso sia pensare che il tradimento debba essere fisico, ma non è così", afferma Sophia Reed, consulente di coppia. "Può essere emotivo e può essere anche un flirt. Una regola pratica nelle relazioni è che se non flirteresti con qualcuno di fronte al tuo partner, allora non farlo neanche quando non è presente. Altra regola pratica: se non vuoi che il tuo partner flirti in giro, allora non farlo nemmeno tu. Indipendentemente dal fatto che porti o meno a tradimenti fisici, si tratta di mantenere i confini e di avere rispetto per la tua relazione e il tuo partner".

Per tirare le somme...

Insomma, lo abbiamo capito: ogni relazione è diversa e, a seconda dai confini stabiliti con il proprio partner, la risposta a "flirtare è come tradire?" può variare da coppia a coppia. Ciò che non cambia, tuttavia, è che la comunicazione e il rispetto sono molto importanti quando si tratta di mantenere una dinamica sana.

Se entrambi pensate che flirtare sia salutare e vi eccita vedere il vostro partner flirtare con altre persone, buon per voi ragazzi! Se siete più sensibili al fatto che il vostro partner flirta con altre persone quando non ci siete, dovete parlarne e arrivare a una comprensione reciproca e rispettosa. Non ingoiare mai il rospo soffrendo in silenzio: ti meriti un partner amorevole che decida di non infliggerti questo dolore neanche se gli piace flirtare in giro.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI