Scrub viso fai da te: tutti i consigli per creare i migliori

scrub viso fai da te

Realizzare uno scrub per il viso è molto semplice: gli ingredienti sono economici e facili da trovare. A tutti gli effetti, probabilmente molti di essi si trovano normalmente in cucina e il procedimento con il quale assemblarsi e applicarli è molto semplice. L’obiettivo di qualsiasi scrub per il viso è rimuovere in modo delicato le cellule morte senza perà rovinare la pelle sana. Fare uno scrub comporta delicatezza: il viso non deve mai irritarsi o arrossarsi, entrambi segnali che si è troppo aggressivi. Essendo pazienti si possono ottenere ottimi risultati a lungo termine. Per capire quando è il momento di dedicarsi a un rituale esfoliante, è sufficiente passare il dorso della mano sulla guancia e verificare se si avverte secchezza o desquamazione. Qualora fosse così, sarebbe il momento di esfoliare, poiché la pelle secca rende complesso l’assorbimento delle creme che si usano normalmente, visto che gli ingredienti non possono penetrare quando incontrano strati di pelle morta. Uno scrub fai da te una o due volte a settimana è sufficiente per una pelle normale, ma a seconda delle variazioni d’età e dei periodi dell’anno, la frequenza può variare. Vediamo di seguito quattro ottime ricette per uno scrub fatto in casa.

Scrub viso fai da te

Avena, miele e zucchero: nutrizione ed esfoliazione

L’avena vanta poteri lenitivi e antinfiammatori, perfetti per le pelli sensibili. Mescolando mezza tazza di avena macinata con acqua in una ciotolina fino a formare una pasta dalla consistenza ottimale, si può procedere a massaggiare delicatamente su viso e collo per ottimi risultati. Inoltre l’avena, una volta macinata, si può conservare in un contenitore ermetico per un uso successivo. Al posto dell’acqua, si può optare per latte o yogurt, nei quali l’acido lattico agisce da esfoliante chimico. Per chi presenta pelle sensibile e secca, lo zucchero è un umettante naturale che, insieme al miele, crea uno scrub delicato per liberare i pori. Mescolando un cucchiaio di zucchero di canna (preferibilmente molto fine) con un cucchiaio di miele solo con la punta delle dita pulite, si ottiene un’ottima pasta, da applicare con cura sul viso con movimenti circolari per permettere un’esfoliazione leggera ma profonda al tempo stesso. Risciacquare con acqua tiepida e usare un panno per rimuovere il miele.

Caffè e riso: dalla cucina ai benefici per il viso

I fondi di caffè utilizzati non vanno mai buttati, in quanto sono piccoli elementi il cui potere esfoliante è sufficientemente delicato da poter giovare anche ad aree sensibili come il viso. Inoltre, i fondi di caffè contengono un importante residuo di caffeina e antiossidanti, che rendono la pelle tonica e splendente. Per realizzare uno scrub fai da te basta mescolare con cura un cucchiaio di fondi di caffè con un cucchiaio di olio vegetale (preferibilmente di jojoba o rosa canina). Si tratta di un ottimo modo per ridurre gli sprechi e riciclare: evitando di gettare via i fondi di caffè si potrà realizzare uno scrub delicato e semplice da applicare, che stimola il collagene. Oltre al viso, gli scrub al caffè con olio essenziale sono ottimi per le zone del corpo soggette a cellulite. Altro ingrediente importante per la pulizia del viso, la polvere di riso macinata è un ottimo detergente per carnagioni che presentano un colorito irregolare. La farina di riso integrale, inoltre, aiuta a trattare la pelle grassa e sensibile al tempo stesso. All’interno dello scrub a base di riso è possibile unire un cucchiaio di mandorle tritate per un tocco di anti-age. Ad ogni modo, la ricetta base prevede di mescolare: due cucchiai di riso integrale con un albume. Per ottenere la consistenza adatta, macinare i chicchi di riso integrale e aggiungere il bianco d’uovo con una frusta per creare una pasta, quindi massaggiare delicatamente lo scrub sulla pelle con movimenti circolari per esfoliare la pelle morta e infine risciacquare con acqua calda.