Se gatti e cemento sono tutto ciò che vorremmo da Instagram, questo è l'account da seguire

Di Michele Boroni
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Cats_of_brutalism - Instagram
Photo credit: Cats_of_brutalism - Instagram

From ELLE Decor

Ormai anche su Instagram le idee creative originali stanno per terminare. Non potendo viaggiare e neppure fare i remake come sta accedendo nel cinema, una mossa alternativa può essere quella usata da anni, ad esempio nella musica dance realizzata dai dj, ovvero la tecnica del mashup, cioè prendere due elementi molto lontani tra loro e metterli insieme.

Quindi perché non prendere un tema che riscuote da sempre grande successo sulla rete, tipo il mondo dei gattini, e abbinarlo a un immaginario diametralmente opposto, meno popolare, ma molto rilevante per una larga nicchia, come le foto delle architetture brutaliste?

E' quello che hanno fatto gli ideatori della pagina Cats of Brutalism segnalato dal New York Times nelle settimane scorse tra i profili Instagram assolutamente da seguire. In pratica vengono prese foto di edifici brutalisti, da quelli di Le Corbusier alle costruzioni di Oscar Niemeyer a Brasilia e, in un pulitissimo bianco e nero, si associano gattini totalmente fuori scala che dormono, giocano o fanno le fusa. Il tutto corredato con delle caption informative sul progetto architettonico (comprensivi di anno, ubicazione, nome dell'architetto progettista) ma anche sui felini immortalati che possono essere gatti randagi o influencer cat già noti in rete (sic).

L'idea, evidentemente nata dalla noia del lockdown, è venuta a tre neolaureati e due professori dell’Università di Buffalo negli Stati Uniti. “La tua dose quotidiana di gatti e cemento” è la frase che accoglie gli avventori sulla pagina profilo che riesce ad abbinare, grazie ai felini sornioni, un clima leggero da meme a progetti architettonici che spesso sono percepiti come freddi, duri e spigolosi.

Ci associamo quindi al NYT per ribadire che è decisamente un profilo Instagram da seguire.