Se hai questi sintomi, potresti avere una carenza di magnesio

·4 minuto per la lettura
Crampi muscolari tra i sintomi della carenza di magnesio
Crampi muscolari tra i sintomi della carenza di magnesio

Il magnesio è un importante minerale, il quarto più abbondante nel corpo, che svolge un ruolo vitale nel mantenimento di una buona salute: è responsabile della regolazione della pressione sanguigna, della contrazione muscolare, salute del cuore e metabolismo dell’insulina.

Molti non consumano la quantità necessaria di magnesio, la carenza di magnesio è infatti un problema di salute diffuso, alcuni studi indicano che il 75% delle persone non ne assume abbastanza.

I sintomi della carenza di magnesio sono spesso lievi, a meno che i valori non diventino molto bassi, in tal caso si possono avere diversi sintomi e disturbi che, se trascurati, possono diventare pericolosi.

Carenza di magnesio: i sintomi principali per riconoscerla

STANCHEZZA E DEBOLEZZA

L’affaticamento, debolezza fisica o mentale possono essere tutti sintomi della carenza di magnesio. Fatica o astenia gravi o persistenti possono essere il segnale di un problema che va indagato con esami specifici.

Gli scienziati ritengono che la debolezza sia causata dalla perdita di potassio associata a carenza di magnesio.

CONTRATTURE E CRAMPI MUSCOLARI

Contrazioni, tremori e crampi muscolari sono tra i principali sintomi di carenza di magnesio. Nei casi peggiori può causare convulsioni.

Gli scienziati ritengono che questi sintomi siano causati da un maggiore flusso di calcio nelle cellule nervose, che eccitano o stimolano i nervi muscolari.

Le contrazioni occasionali sono normali, se invece i sintomi persistono è bene consultare un medico.

PARESTESIA

Il formicolio alle estremità (altrimenti detto parestesia) può essere un sintomo di una probabile carenza di magnesio.

Poiché il magnesio svolge un ruolo nel funzionamento dei nervi e delle loro funzioni basilari, la sua carenza può provocare formicolio alle dita dei piedi e alle dita. Man mano che peggiora, può anche portare a una sensazione di intorpidimento.

ARITMIA

Uno dei sintomi della carenza di magnesio è l’aritmia cardiaca che può aumentare il rischio di complicanze gravi, come ictus o insufficienza cardiaca. I sintomi di aritmia sono lievi nella maggior parte dei casi, tuttavia, in alcune persone, può causare palpitazioni o extrasistole.

I sintomi di aritmia includono vertigini, fiato corto, dolore al torace o svenimento.

Gli scienziati ritengono che la causa possa essere uno squilibrio di potassio alle cellule del muscolo cardiaco, una condizione associata alla carenza di magnesio.

Alcune persone con insufficienza cardiaca congestizia e aritmia hanno valori di magnesio bassi, tuttavia questo sintomo può essere causato da diverse patologie anche gravi ed è sempre bene consultare un medico se dovessero persistere.

PRESSIONE ALTA

Sebbene manchino prove sull’uomo, diversi studi suggeriscono che la carenza di magnesio possa aumentare la pressione sanguigna, che a sua volta aumenta il rischio di malattie cardiache.

OSTEOPOROSI

La carenza di magnesio potrebbe indebolire le ossa e ridurre il calcio ematico, il principale elemento costitutivo delle ossa, indebolendole e aumentando il rischio di fratture.

Studi sui ratti confermano che poco magnesio nella dieta riduce la massa ossea. Sebbene questi esperimenti non riguardino l’uomo, la mancanza di magnesio è associata a densità ossea inferiore, tuttavia numerosi fattori possono causare l’osteoporosi oltre la carenza di magnesio: vecchiaia, poco esercizio fisico e carenze di vitamine D e K.

DISTURBI DELL’UMORE

I disturbi che possono indicare una carenza di magnesio includono l’apatia (torpore mentale e mancanza di emozioni), depressione, insonnia e una maggiore irritabilità. Una grave carenza può addirittura causare deliri e coma.

Una ricerca mostra infatti che gli integratori di magnesio possono alleviare i sintomi di alcuni disturbi d’ansia, ma le prove sono ancora scarse.

Sembra che la mancanza di magnesio sia causa di disfunzioni nervose che quindi porterebbero a disturbi del tono dell’umore.

ASMA

I ricercatori ritengono che la mancanza di magnesio possa causare accumuli di calcio nei muscoli che rivestono le vie aeree dei polmoni, facendo restringere le vie aeree e rendendo difficile la respirazione.

Talvolta si prescrive un inalatore con magnesio solfato o cloruro di magnesio a persone con asma grave per rilassare ed espandere le vie aeree.

Tuttavia, l’efficacia degli integratori alimentari con magnesio negli asmatici non è ancora chiara.

Carenza di magnesio: come contrastarla e mitigare i sintomi

Se si soffre di alcuni o tutti questi sintomi e si ritiene di avere una carenza di magnesio, i sospetti possono essere confermati da un semplice esame del sangue e quindi parlarne con il proprio medico, per escludere altri possibili problemi di salute, è d’obbligo.

Qualunque sia il risultato, è importante mangiare regolarmente cibi integrali, che sono ricchi di magnesio, e anche noci, semi, cereali o fagioli. Questi alimenti sono ricchi anche di tanti altri nutrienti, quindi includerli nella dieta non solo riduce il rischio di carenza di magnesio, ma fa bene alla salute in generale.

Il magnesio è abbondante sia negli alimenti di origine animale che vegetale.

Ecco il contenuto di magnesio in 100 grammi di alcune delle migliori fonti:

  • Mandorle: 270 mg

  • Semi di zucca: 262 mg

  • Cioccolato fondente: 176 mg

  • Arachidi: 168 mg

Altre discrete fonti sono: semi di lino, semi di girasole, semi di chia, cacao, caffè, anacardi, nocciole e avena.

Se la carenza si rivela grave, o collegata ad altre patologie, il medico curante potrebbe suggerire l’assunzione di integratori specifici facilmente acquistabili nelle farmacie o parafarmacie, ma anche nei supermercati ben forniti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli