Se il bambino è malato è giusto rimandare le vaccinazioni?

·3 minuto per la lettura
vaccinazioni
vaccinazioni

Le vaccinazioni devono essere rimandate se il bambino è malato? Dipende dal tipo di malattia e da quanto è malato il tuo bambino. Ricorda, tuttavia, che il tuo bambino dovrebbe sottoporsi a tutte le vaccinazioni necessarie senza rimandare troppo, dato che sono di vitale importanza e prevengono gravi rischi.

Molti medici suggeriscono di rimandare le vaccinazioni se il tuo bambino ha:

  • Una febbre superiore ai 38 gradi

  • L’influenza, la polmonite o altre infezioni gravi

  • Se ha un leggero raffreddore, non c’è una ragione medica per rimandare una vaccinazione. Tuttavia, se non si sente bene, potrebbe essere irritabile o avere più difficoltà a tollerare qualsiasi reazione

Tipi di vaccini che è meglio ritardare quando è malato

Se ritardare o meno dipende anche dal tipo di vaccino che il tuo bambino malato sta ricevendo. Se ha bisogno di uno dei pochi vaccini che contengono un virus vivo e indebolito – come il MMR o la varicella – potrebbe essere meglio aspettare. In questo modo tuo figlio non dovrà affrontare gli effetti collaterali di routine dell’iniezione oltre ai sintomi della sua malattia, non perché il vaccino potrebbe essere meno efficace se tuo figlio è malato.

I bambini che hanno una malattia che causa un sistema immunitario gravemente soppresso, come l’AIDS e il cancro, non saranno sottoposti a vaccini vivi. Gli esperti dicono che è anche meglio ritardare i vaccini se tuo figlio ha preso steroidi. Questi possono indebolire la risposta immunitaria di una persona. Così, un bambino che ha preso alte dosi di steroidi orali (per l’asma o l’edera velenosa, per esempio) per più di due settimane dovrebbe aspettare almeno un mese prima di ricevere un vaccino vivo, indebolito, come il MMR o la varicella.

Cosa fare se tuo figlio è malato e deve fare un vaccino

Parla con il tuo medico e scopri qual è la sua politica, così saprai se devi cancellare un appuntamento. Tieni presente che prima tuo figlio fa i vaccini, prima sarà protetto dalla malattia che il vaccino previene. La tempistica è importante. Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), i bambini con malattie moderate o gravi, con o senza febbre, possono essere vaccinati non appena non sono più gravemente malati.

quando rimandare le vaccinazioni
quando rimandare le vaccinazioni

Bambini che non dovrebbero essere vaccinati

I bambini con leucemia, linfoma, altri tipi di cancro, AIDS, e i bambini il cui sistema immunitario è gravemente compromesso, non dovrebbero ricevere nessuno dei vaccini vivi e indeboliti. Questi vaccini non rappresentano una minaccia in circostanze normali, ma un sistema immunitario minato da una grave malattia, o soppresso dalla chemioterapia, potrebbe non essere in grado di combattere la “piccola infezione” prodotta da questi vaccini.

I bambini con una bassa conta delle piastrine o altri problemi di sanguinamento non dovrebbero ricevere alcun vaccino iniettabile. La popolazione di bambini che non possono essere vaccinati per ragioni mediche offre un’altra ragione convincente per assicurarsi che i vaccini di tuo figlio siano aggiornati. Il concetto si chiama “immunità di gregge”. L’idea è che se la maggior parte delle persone in una comunità sono vaccinate, le malattie diventano meno comuni, e quelli che non possono essere vaccinati hanno meno probabilità di essere esposti.

Lo stesso discorso vale per la vaccinazione contro il Covid-19, che potrebbe letteralmente contribuire a una netta diminuzione di questa problematica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli