Se questa primavera ci costringe a casa, ad allietarla ci pensa Jacquemus con i suoi fiori a domicilio

Di Valentina Nuzzi
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Imaxtree
Photo credit: Imaxtree

From ELLE

Se questa primavera siamo costretti a stare a casa, che allora bussi lei alla nostra porta. Deve aver pensato qualcosa di simile Jacquemus per il suo ultimo progetto, Les Fleurs. Per dare il benvenuto alla stagione dei fiori, infatti, l'ex enfant prodige della moda francese ha immaginato un servizio di flower delivery, che allietasse le giornate di lockdown parigino con i profumi e i colori del suo sud della Francia natale. Missione compiuta: fino al 3 aprile, sul sito ufficiale di Jacquemus sarà attivo un e-commerce per ricevere (o andare a ritirare di persona) sur Paris-only (sigh) un mazzo di 15 ranuncoli freschissimi dalla Provenza con amore.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Quella di Jacquemus con i fiori, del resto, è una liaison che dura da tutta la vita. Cresciuto nella campagna alle porte di Marsiglia, il designer classe 1990 ha sempre infuso il suo spirito bucolico nelle sue collezioni moda (e nel suo account Instagram da 3,3 milioni di follower). Per la sfilata Autunno Inverno 2019 2020, ad esempio, aveva ricreato un autentico fioraio in passerella e fatto sfilare un tailleur candido interamente ricoperto da fiori bianchi con tanto di stelo. Per celebrare i suoi 10 anni di attività, poi, a giugno 2019 aveva portato (letteralmente) il fashion system in un campo di lavanda provenzale a perdivista, dove le sfumature glicine dei fiori si fondevano con quelle ciclamino della passerella creata da quei geni di Bureau Betak, con un risultato magico che difficilmente dimenticheremo.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L'idea del flower shop questa volta è nata grazie alla collaborazione tra Jacquemus e Les Fleurs de Paul, che da 4 generazioni coltiva fiori a Carqueiranne, sulla costa provenzale. A orchestrare il tutto ci ha pensato invece Yoann et Marco, l'agenzia parigina di comunicazione e strategia digitale dei fratelli Yoann e Marco Maestri (il fidanzato di Jacquemus). E come se ricevere un pezzo di Provenza chez soi a Parigi non fosse abbastanza, il designer ha deciso di avvolgere ogni bouquet in uno scampolo di tessuto Jacquemus, proveniente da stock di vecchie collezioni e per questo upcycled e quindi sostenibile. Per i parigini, un cadeau da fare ma soprattutto da farsi per allietare queste giornate domestiche. E illuminare l'atmosfera di casa in vista del weekend di Pasqua.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.