Se un bambino ha un'infezione all'orecchio può prendere l'aereo?

·3 minuto per la lettura
infezione all'orecchio
infezione all'orecchio

Se un bambino ha un’infezione all’orecchio può prendere l’aereo? Questo dipende dalla gravità dell’infezione. Se tuo figlio ha un’infezione acuta o un timpano sporgente, la pressione nelle sue orecchie durante il decollo e l’atterraggio potrebbe essere molto fastidiosa. Occasionalmente, una grave infezione dell’orecchio può causare lo scoppio del timpano. Se il tuo bambino sviluppa un’infezione a poche ore dal viaggio programmato, considera di posticipare il volo.

Le infezioni all’orecchio di solito si placano entro un giorno o due, e risparmiargli un inutile dolore all’orecchio può valere il ritardo. A volte una compagnia aerea rinuncerà alla tassa di riprogrammazione se hai un certificato del medico. Da 24 a 48 ore dopo l’inizio dell’infezione all’orecchio, controlla se ci sono segni evidenti di disagio. Se tuo figlio non sembra soffrire e non ha la febbre, probabilmente è pronto a volare.

Infezione all’orecchio: si può prendere l’aereo?

Se il tuo bambino è a disagio durante il volo, puoi dargli la dose appropriata di acetaminofene o ibuprofene. Dargli qualcosa da bere può aiutare a gonfiare le tube di eustachio (i tubi che collegano l’orecchio medio alla zona nasale) e diminuire la pressione nelle orecchie. Tuttavia, non offrirgli nulla subito dopo il decollo: potrebbe finire prima che la pressione cambi molto.

Aspetta finché non senti il cambiamento di pressione nelle orecchie, e poi incoraggialo a bere. Lo stesso vale per l’atterraggio. I tappi per le orecchie a misura di bambino possono anche aiutare ad alleviare il disagio, regolando i cambiamenti di pressione dell’aria nell’orecchio del bambino. Il trattamento per le infezioni all’orecchio dipende dalla gravità e dall’età del tuo bambino. I neonati che hanno 6 mesi o meno, e i bambini con casi gravi, possono aver bisogno di essere trattati con antibiotici. Per la maggior parte degli altri bambini, i medici raccomandano un approccio di attesa per due o tre giorni, perché le infezioni dell’orecchio di solito guariscono da sole.

Per anni, gli antibiotici sono stati la prima linea di difesa contro le infezioni dell’orecchio, ma ora i medici li prescrivono con più giudizio. Prendere antibiotici troppo spesso è una preoccupazione, perché può rendere i bambini vulnerabili alle infezioni resistenti agli antibiotici.

infezione all'orecchio aereo
infezione all'orecchio aereo

Chiedi al medico di tuo figlio se ti suggerisce un’attesa vigile o la prescrizione di farmaci. Il medico può suggerire un approccio come questo:

  • Se tuo figlio ha tra i 6 e i 24 mesi e ha sintomi lievi in un solo orecchio, o se ha almeno 2 anni e ha sintomi lievi che interessano una o entrambe le orecchie, tieni prima d’occhio le sue condizioni. Il medico di tuo figlio può anche suggerire un antidolorifico da banco per aiutarlo a sentirsi meglio.

  • Se tuo figlio non migliora in 48-72 ore, rivolgiti al medico del tuo bambino, che potrebbe considerare di iniziare un antibiotico.

L’American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda di usare antibiotici per:

  • Bambini di 6 mesi o più giovani; i neonati non hanno ancora un sistema immunitario forte e sono particolarmente vulnerabili alle complicazioni.

  • Bambini di 6 mesi o più grandi con sintomi gravi, come una febbre superiore a 38 gradi o un dolore moderato o grave all’orecchio che dura almeno 48 ore

Se il tuo bambino ha bisogno di un antibiotico, fagli fare l’intero ciclo, anche dopo che sembra sentirsi meglio. Fai ricontrollare il suo orecchio qualche settimana dopo, in modo che il medico possa assicurarsi che il farmaco abbia funzionato. Se tuo figlio non migliora dopo 48-72 ore di antibiotici, fallo sapere al medico. Potrebbe voler cambiare farmaco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli