Sean Penn regala il suo Oscar al presidente ucraino Zelensky

Sean Penn consegna uno dei suoi due Oscar al presidente Volodymyr Zelensky.

Durante una recente visita a Kiev, il divo di Hollywood ha regalato la statuetta al leader ucraino, come testimoniato da un video condiviso da Anton Gerashchenko, consigliere del Ministro dell’Interno.

«Questo è per te. È solamente un oggetto simbolico, ma starò meglio e mi sentirò più forte sapendo che è con te durante il conflitto», ha detto Penn a Zelensky. «Quando avrete vinto, allora potrai riportarmelo a Malibu, ma adesso mi sento meglio sapendo che c'è un pezzetto di me qui con te».

Dal canto suo, Zelensky ha consegnato a Penn la medaglia d’onore dell’Ordine al Merito per il suo «sincero sostegno e per il contributo significativo alla divulgazione ucraina nel mondo».

Di fronte alla targhetta con inciso il suo nome, Sean ha dichiarato: «Ci sono tre luoghi nel mondo di cui sono più orgoglioso: il luogo dove è nata mia figlia, il luogo dove è nato mio figlio e questo. Grazie».

Penn è stato in visita da Zelensky più volte da quando la Russia ha invaso l’Ucraina a febbraio. Poco prima dell’inizio del conflitto si trovava nel Paese per girare un documentario; poi è stato costretto a scappare con la sua troupe quando sull’Ucraina sono cominciate a cadere le bombe russe.

Penn ha vinto l’Oscar nel 2003 per «Mystic River» e nel 2006 per «Milk».