Sei modi per migliorare la salute dell’intestino

I ricercatori stanno evidenziando sempre più spesso quanto sia importante l'intestino per il benessere generale.

Tuttavia la stragrande maggioranza delle persone che soffre di problemi legati all’apparato digerente non fa nulla per stare meglio.

Così, per celebrare la “Love Your Gut Week”, il dietologo Jo Travers ha condiviso alcuni suggerimenti per migliorare la salute dell’intestino.

Supporta l'immunità

C'è un forte legame tra la salute dell'intestino e il sistema immunitario.

«I batteri nel nostro intestino “insegnano” al nostro sistema immunitario cosa è dannoso e cosa no», spiega Jo Travers.

«Questo aiuta a garantire che il sistema immunitario non reagisca in modo eccessivo quando esposto agli antigeni e tiene sotto controllo l'infiammazione. Questi importanti batteri prosperano quando mangiamo molta fibra vegetale; quindi fai esercizio, dormi bene e gestisci lo stress».

Mangia molta frutta e verdura

Il microbiota intestinale vario è associato a una migliore salute.

«Per mantenere in vita i batteri, è necessario nutrirli bene. Uno studio ha scoperto che le persone che mangiano 30 o più alimenti vegetali diversi ogni settimana hanno un microbiota intestinale molto più vario rispetto a quelli che ne mangiano 10 o meno - osserva Jo -. Per aumentare l'assunzione di cibi a base vegetale, prova ad adottare nuove abitudini: come passare alla pasta integrale, aggiungere una porzione extra di verdura nel tuo piatto o fare uno spuntino con noci e semi».

Cerca di dormire a sufficienza

Privarci del sonno può interrompere la comunicazione tra il nostro intestino e il cervello.

«I batteri nell'intestino comunicano direttamente con il sistema nervoso centrale e il sonno interrotto può influenzare i livelli di batteri nell'intestino», condivide il dietista.

Gestisci lo stress

Lo stress - fisico o psicologico - innesca una reazione a catena nel corpo, compresa la produzione di cortisolo: l'ormone dello stress, che può causare un’interruzione delle vie di comunicazione tra l'intestino e il cervello.

«Questo può significare cambiamenti nel flusso sanguigno e nelle secrezioni nell'intestino, che possono creare condizioni migliori per i batteri patologici e inibire la crescita di alcuni batteri utili», continua.

«Può anche influenzare il movimento del cibo attraverso l'intestino e provocare costipazione o diarrea».

Immergiti nella natura

Basta entrare in contatto con i grandi spazi aperti per influenzare i nostri batteri intestinali.

«Le particelle microscopiche sospese nell'aria sono colonizzate da una varietà di batteri che si fanno strada dentro di noi attraverso l'aria che respiriamo - afferma Jo -. Uno dei miei modi preferiti per sfruttare la vita all'aria aperta è il giardinaggio. La scienza dimostra che l'esposizione agli spazi verdi e alla luce solare esterna si è dimostrato efficace nel migliorare il benessere mentale, riducendo i sintomi di depressione e ansia, oltre ad avere un effetto positivo sulla riduzione dello stress».

Tieni traccia di ciò che mangi

Un modo semplice per monitorare la salute dell'intestino è tenere traccia di ciò che mangi e bevi e fare riferimenti incrociati con eventuali sintomi che potresti riscontrare.

«Un modo semplice per farlo è tenere un diario alimentare e dei sintomi associati, dove annotare gli alimenti e le bevande che si consumano, insieme ai sintomi riscontrarti, e poi condividerli con il proprio medico di base o dietista, che sarà in grado di aiutare a identificare eventuali trigger», aggiunge l'esperta.