Sei una maniaca del controllo? Le domande che ti fanno capire se sei una vera control freak

Di Roberta Cecchi
·6 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From Cosmopolitan

Essere una maniaca del controllo può rendere le tue giornate difficili dato che ti fa vivere alla perenne ricerca di una perfezione che non arriverà mai completamente. Questo che cosa significa? Semplice, che sarai più incline a insoddisfazioni, frustrazioni e un sacco di stress accumulato. Sì insomma, potresti avere di meglio ecco.

Naturalmente quando si parla di controllo si intende la volontà di dominare qualsiasi cosa faccia parte della propria esistenza, persone comprese. Controllare infatti significa anche cercare di comandare chi ti sta intorno, facendo in modo che le azioni altrui rispecchino i propri desideri e la propria volontà. Se hai un fidanzato/a e sei una control freak (aka maniaca del controllo in inglese), cercherai di dominare il tuo partner in modo da fargli fare sempre ciò che vuoi senza mai chiedere "Amore ti va se...?", dando così per scontato la sua totale accondiscendenza. Questo naturalmente poi non riguarda solo le relazioni amorose, andando ad influenzare in negativo anche i rapporti di amicizia e, soprattutto, quelli di lavoro, dove le persone non hanno molta voglia di avere a che fare con una despota (e che magari non ha nemmeno i titoli per farlo).

Essere una manica del controllo non è solo molto difficile da sopportare, dato che ti mette addosso un carico d’ansia e stress che si fa sempre più pesante di giorno in giorno, ma può anche renderti antipatica agli occhi degli altri. La conseguenza? La tua voglia di primeggiare e comandare tutto e tutti può essere scambiata (magari non a torto) per arroganza e prepotenza.

Sei una maniaca del controllo?

Se cerchi di pianificare ogni secondo della tua vita scadendo con precisione a che ora devi mangiare, quando devi fare yoga e perfino quando è il momento di fare sesso, allora significa che sei sulla buona strada per diventare una maniaca del controllo. In questo caso però la tua voglia di comandare gli eventi riguarda solo ed esclusivamente la tua vita senza andare ad influire su quella degli altri, il che significa non solo che non sei ancora diventata un caso irrecuperabile, ma anche che per te c’è ancora speranza di redenzione e di un 'futuro migliore', molto più tranquillo e sereno.

Ben diverso è invece il discorso se il tuo atteggiamento si va a riversare soprattutto sulle vite degli altri, se sei convinta di essere l’unica in grado di diffondere saggezza ed intelligenza mentre le persone che ti stanno intorno hanno sempre torto a prescindere, ritrovandosi così costrette ad ascoltare ed agire secondo il tuo volere. Questo tuo atteggiamento dispotico in stile Regina Di Cuori di Alice Nel Paese Dell Meraviglie potrebbe costarti caro, facendo allontanare da te tutte quelle persone che ti vogliono bene realmente. Perché va bene tutto ma, alla lunga, a chi piace venire comandata a bacchetta?

Le domande che ti fanno capire se sei una maniaca del controllo

1. Organizzi la tua vita e quella altrui senza chiedere il parere delle persone coinvolte?

Prima di sentire la tua crush o il tuo gruppo di amiche organizzi sempre la giornata dando per scontato che gli altri facciano quello che vuoi, non prendendo nemmeno in considerazione le loro esigenze e i loro desideri? Ok, allora sei sulla buona (anzi, cattiva) strada per essere una manica del controllo doc. Eh sì, perché in questo caso il tuo comportamento va ad influire sulle vite degli altri che, secondo la tua personale visione della vita, dovrebbero accettare di buon grado tutto quello che dici senza mai ribattere o dissentire. Quale sarebbe la cosa giusta da fare in questo caso? Se hai un'idea condividila con le persone coinvolte e chiedi il loro parere; ricordati che una vera leader non è colei che impone il proprio pensiero, ma colei che è in grado di accogliere e sfruttare al meglio i pensieri altrui per il bene comune (che poi, alla fine, è anche il tuo).

2. Credi che chi non la pensa come te abbia torto?

Se ti capita spesso di dire “Dovete fare così perché lo dico io” senza mai spiegare il motivo per cui quello che dici tu è corretto, allora significa che c’è qualcosa che non va alla base. Sì va bene, tu sei convinta di avere sempre ragione e questo lo abbiamo capito, ricordati però che molto spesso per ottenere il medesimo risultato (o per risolvere un problema) ci possono essere mille strade percorribili, ed innumerevoli soluzioni, tutte corrette. Senza contare poi che dovresti iniziare a prendere seriamente in considerazione l’idea di non essere infallibile. Eh già, perché anche tu ti puoi sbagliare mentre gli altri possono avere ragione.

3. Cerchi di ottenere ciò che vuoi senza ascoltare il pensiero altrui?

Non riesci a scendere a compromessi e non hai intenzione di andare incontro alle altre persone, accantonando anche solo per un istante quello che è il tuo pensiero o un tuo desiderio. Sì, tu sei convinta che siano gli altri il problema dato che ti mettono i bastoni tra le ruote non volendo fare quello che vuoi; la realtà però è che sei tu il problema e non il resto del mondo. Prova a pensarci, a parti inverse come ti comporteresti: accetteresti in silenzio di fare, dire, pensare o agire come ti impongono gli altri? No vero? Ecco, questo è quello che provano tutte le persone che ti gravitano attorno quando sono al tuo fianco.

Come uscire dalla mania del controllo

1. Ascolta per capire (ma non per replicare)

Ascoltare con attenzione le idee e le proposte altrui è fondamentale per riuscire a raggiungere una soluzione comune che soddisfi tutte le persone coinvolte.

2. Apriti alle idee degli altri

Sì, anche le persone che ti stanno intorno possono avere delle idee brillanti ed è arrivato il momento di iniziare ad assecondarle. Recepisci e valorizza gli input che ricevi dagli altri, parlando con calma e tranquillità delle tue idee e del 'buono' che viene proposto dagli altri. Vedrai che mixando entrambe le cose il risultato finale sarà ancora più soddisfacente!

3. Ammetti di avere un problema

Naturalmente la presa di coscienza dell’avere un problema è molto importane, poiché ti dà la possibilità di lavorarci sopra con lucidità e sincerità. Se infatti non sei pronta ad accettare l’idea di non essere perfetta allora non dirai mai addio alla tua mania di controllo, mentre il riconoscere di avere un desiderio di controllo nei confronti degli altri ti dà la possibilità di raggiungere la soluzione al tuo problema. Ricordati che il controllo non è mai la risposta, quindi smettila di importi ed inizia ad ascoltare, capire e comprendere gli altri. Vedrai, ne trarrai un incredibile giovamento.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI