Semi di chia: i valori calorici e le proprietà benefiche

semi di chia

I semi di Chia rientrano di gran lunga tra gli alimenti più sani a disposizione per l’essere umano, poiché ricchi di sostanze nutritive che possono avere notevoli benefici. Oltre ai vantaggi in termini di supporto per salute, peraltro confermati da varie ricerche scientifiche, i semi di Chia forniscono una quantità enorme di nutrienti in poche calorie. Questi piccoli semi della pianta Salvia hispanica erano conosciuti già all’epoca degli Aztechi, che li apprezzavano come fonte di energia sostenibile. Non è un caso che “chia” sia l’antico termine Maya per indicare la forza. Nonostante le origini antiche, questi semi sono entrati nell’olimpo dei superfood solo in tempi recenti, quando la loro popolarità è esplosa e sempre più persone attente alla linea e alla salute li scelgono ogni giorno. Nello specifico una porzione da 30 grammi di semi di chia permette di introdurre ben 11 grammi di fibre e 4 di proteine, nonché un ottimo quantitativo di omega-3. Contengono anche una discreta quantità di magnesio, fosforo, calcio, zinco, vitamina B3, potassio, vitamina B1 e B2. Ciò colpisce particolarmente se si considera che 30 grammi, circa due cucchiai, forniscono solo 137 calorie. È interessante inoltre sottolineare che, eliminando le fibre che non sono calorie utilizzabili per corpo, 30 grammi di semi di chia contengono solo 101 calorie. Questi aspetti li rendono una delle migliori fonti al mondo di nutrienti fondamentali, senza contare che sono naturalmente privi di glutine. Per finire, i semi di Chia sono un alimento che viene solitamente sottoposto a coltivazione biologica.

I benefici dei semi di Chia

Uno degli elementi più apprezzati area dei semi di Chia si ritrova nel loro alto contenuto di antiossidanti, i quali proteggono gli acidi grassi presenti dall’irrancidimento. Sebbene la reale portata in termini di benefici degli antiossidanti siano ancora da esplorare, i ricercatori concordano sul fatto che assumere antiossidanti può avere effetti positivi ad ampio spettro sulla salute. Inoltre, la gran parte dei carboidrati di questi semi proviene da fibre, particolarità che gli conferisce la capacità di assorbire un volume pari a dieci volte il loro peso in acqua. Le fibre hanno svariati effetti benefici sulla salute, in particolar modo del tratto intestinale. I semi di Chia sono anche ricchi di proteine ​​di qualità, in quantità maggiore rispetto a gran parte degli alimenti vegetali. Questi macronutrienti sono cruciali per ridurre l’appetito e perciò fondamentali durante un regime dimagrante. A tal proposito, i semi di Chia possono tenere sotto controllo l’aumento di zucchero nel sangue dopo un pasto ricco di carboidrati, a vantaggio di chi è affetto da diabete di tipo 2. Come i semi di lino, quelli di Chia sono ricchi di grassi omega-3, con quantitativi di gran lunga superiori al salmone. Dato che, come abbiamo visto, i semi di Chia sono un’ottima fonte di fibre, proteine ​​e omega-3, contribuiscono a diminuire il rischio di malattie cardiache. Infine, grazie alla presenza di calcio, magnesio e fosforo, i semi di Chia sono importanti per la salute delle ossa.

Come consumarli

Questi piccoli scrigni di nutrienti sono facili da incorporare nella dieta, poiché possono essere aggiunti a moltissime pietanze in virtù del loro sapore neutro. Possono essere consumati crudi o aggiunti a porridge, frullati ma anche prodotti da forno. Sono ideali per essere cosparsi su cereali, yogurt e piatti di verdure. Grazie alla loro capacità di assorbire acqua e grassi, sono perfetti come addensanti e sostituti delle uova nelle ricette vegane: una volta mescolati con acqua, infatti, si trasformano in gel. Aggiungere questi semi alle ricette ne aumenterà il valore nutrizionale: la dose indicata ammonta a 20 grammi, circa un cucchiaio e mezzo, per due volte al giorno.