Sette errori da non commettere quando si lavano i capelli

Di Michele Mereu
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy of Press Office - Imaxtree
Photo credit: Courtesy of Press Office - Imaxtree

From Harper's BAZAAR

Alcune lo fanno ogni giorno, altre solo una volta a settimana. La frequenza con cui ci si lava i capelli varia a seconda delle teste e soprattutto a seconda delle abitudini. Per farlo al meglio, però, è importante sbarazzarsi di piccoli errori che tendono a ridurre la resa del lavaggio. Ecco allora quelli da non commettere per avere una chioma che duri a lungo fresca e profumata.

Errore 1: non spazzolare i capelli prima del lavaggio

Per un lavaggio di successo, è importante preparare i capelli, spazzolandoli con cura. Soprattutto quando si hanno i capelli lunghi è importante pettinarli per liberarli dalla polvere ed evitare che si formino dei nodi durante il lavaggio.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Errore 2: applicare lo shampoo in modo errato

Uno degli errori più comuni è una cattiva applicazione. Spesso dimentichiamo che lo shampoo agisce principalmente sul cuoio capelluto. L’effetto “capello unto” a volte deriva molto dalle radici, che non vengono lavate con cura . Il consiglio è quindi quello di massaggiare bene quest'area, perché questa è la zona in cui si suda maggiormente, insieme a quella dietro alle orecchie e dietro al collo. Se avete i capelli lunghi, poi, non è necessario non applicare lo shampoo anche sulle punte, perché questo tenderà a seccarle maggiormente: durante il risciacquo, il prodotto scivolerà sulle lunghezze, è questo sarà sufficiente per la loro detersione, che sarà efficace e delicata allo stesso tempo.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Errore 3: usare troppo shampoo

Importante anche la quantità che applicate sul palmo della mano. Una moneta da 1 euro può essere un buon riferimento per capire la quantità giusta di prodotto da utilizzare, per non danneggiare i capelli e ridurre l’inquinamento. Due segreti per ottimizzare il lavaggio poi sono quelli di bagnare con cura la chioma e di diluire lo shampoo in una tazzina da caffè, così da creare un’emulsione più fluida, che agevolerà l’applicazione. Inoltre, utilizzando meno shampoo si allungano i tempi di risciacquo e si rischia di appesantire troppo i capelli.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Errore 4: lavarli solo una volta

Due è il numero di lavaggi necessari da fare in una stessa sessione, per avere capelli sani. Ogni lavaggio ha una funzione diversa: la prima applicazione, rimuoverà le impurità e il sudore, la seconda avrà una funzione più curativa. In ogni caso, l’importante è lasciare agire qualche minuto lo shampoo, massaggiandolo con i polpastrelli, soprattutto se avete un problema di capelli grassi o di cuoio capelluto irritato. Ad esempio, potete applicare lo shampoo, lasciarlo in posa gusto il tempo di insaponare il resto del corpo e poi risciacquare. Possiamo interrogarci sulla scelta dello shampoo: dovrebbe essere lo stesso durante i due passaggi o possiamo cambiare per cercare di venire incontro alle diverse esigenze? Due shampoo diversi sono sicuramente consigliati solo se si ha una reale problematica, come nel caso di capelli veramente secchi.

5: dimenticare il balsamo

Il balsamo non andrebbe mai scordato, perché ha funzione idratante e districante, fondamentale per la cura delle lunghezze. I capelli, infatti, devono essere idratati perché, qualunque sia la stagione, il freddo e il sole tende a renderli più ruvidi e spenti. Per un'applicazione efficace, il consiglio è quello di utilizzare un pettine a denti larghi, aiuta a distribuire meglio il prodotto e a districare i capelli. Ricordate: fate attenzione a non applicarlo mai sul cuoio capelluto. Il tempo di posa? Un minuto è sufficiente, e poi subito al risciacquo.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Errore 6: temperatura dell’acqua troppo alta

In inverno tendiamo ad alzare la temperatura per riscaldarci. In estate, al contrario, non esitiamo a rinfrescarci con l'acqua fredda. Ma per lavare i capelli questi estremi non vanno bene. L’ideale è scegliere una temperatura media, acqua tiepida per il lavaggio e solo alla fine uno sciacquo veloce con acqua fresca (non ghiacciata), per chiudere le squame del capelli e renderli più lucidi.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Errore 7: non asciugarli bene

Quando asciugate la testa, evitate di strofinarla. Il trucco è quello di avvolgere i capelli in un asciugamano, facendo un turbante da strizzare bene. In questo modo l’eccesso di acqua viene assorbita dalla spugna, velocizzando i tempi dell’asciugatura. Altra regola: mai dormire con i capelli bagnati, soprattutto in inverno. Perché? Le lunghezze bagnate tenderanno a macerare e possono causare irritazione, forfora o addirittura eczema del cuoio capelluto.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy