Shampoo bio per bambini: come scegliere quello giusto

Shampoo bio bambini

Quando si compra uno shampoo specifico per bambini occorre fare molta attenzione perché le soluzioni disponibili non sono tutte uguali. In commercio esistono anche diversi shampoo biologici particolarmente rispettosi per la cute e i capelli. Ecco come trovare quello giusto e non sbagliare prodotto.

Shampoo bio per bambini

Diversamente dai tradizionali shampoo, quelli biologici, e specifici per i più piccoli, presentano una formulazione naturale, priva di siliconi, parabeni, tensioattivi e altre sostanze chimiche poco salutari per la cute. Uno shampoo biologico per bambini viene appositamente studiato per rispettare il PH e la pelle. Durante l’uso i capelli vengono puliti in modo non aggressivo e lo shampoo produrrà poca schiuma. Tutto ciò grazie alla composizione a base di oli, erbe e altri elementi di origine vegetale che nutrono il capello senza appesantirlo.

Gli shampoo bio per bambini sono rispettosi dell’ambiente e anche il loro packaging viene appositamente realizzato evitando inutili sprechi, ovvero con materiali biodegradabili e sostenibili, quali plastica e carta riciclati. Utilizzare uno shampoo biologico per i propri bambini vuol dire non solo dare una mano all’ambiente, ma restituire ai capelli il corretto grado d’idratazione, forza, brillantezza e vitalità, anche se spesso il percorso richiede tempo e pazienza.

Gli effetti di uno shampoo naturale sui capelli sono evidenti sin dai primi lavaggi, anche se inizialmente possono sembrare poco soddisfacenti. I capelli verranno liberati dalla barriera chimica precedentemente rilasciata dai siliconi e dalle altre sostanze artificiali proprie degli shampoo convenzionali. Infatti, bisogna considerare che le sostanze chimiche, che impediscono ai capelli di respirare, rappresentano un ostacolo all’ossigenazione delle cellule. Grazie allo shampoo naturale il capello si presenterà finalmente nelle reali condizioni, pronto a rigenerasi e senza alcuna maschera che li faceva apparire sani.

Shampoo bio per bambini: come scegliere quello giusto

Allo stesso modo di come avviene con lo shampoo tradizionale, anche nell’ambito di quelli bio bisogna fare una distinzione, visto che i prodotti non sono tutti uguali e ogni marca propone una specifica formulazione da adattare alla specifica tipologia di capello. Quando si compra uno shampoo bio per i bambini sono diversi i fattori da considerare. La prima regola da seguire consiste nel leggere attentamente l’etichetta che riporta le informazioni sulla formulazione, prediligendo i prodotti con elevate concentrazioni di elementi naturali.

La lista, denominata INCI, elenca gli ingredienti della formulazioni in maniera decrescente, iniziando proprio con quelli contenuti in quantitativi maggiori. Esaminando attentamente l’elenco sarà più semplice scegliere lo shampoo bio più adeguato per i capelli del proprio bambino. A questo proposito estratti di ortica, di salvia, di rosmarino o di limone sono generalmente presenti negli shampoo con effetto purificante e antiforfora. In caso di capelli sfibrati o spenti meglio acquistare uno shampoo bio a base di aloe vera e semi di olio di lino dall’effetto ristrutturante. La calendola, invece, rispetta il cuoio capelluto, grazie alle proprietà lenitive e antisettiche. In fase di acquisto occorre accertarsi che lo shampoo sia anche privo di conservanti e testato dermatologicamente. Importante è anche verificare la dicitura “senza lacrime” riportata sulla confezione e che descrive uno shampoo non irritante per gli occhi.

In alcuni casi gli shampoo bio per i piccoli si possono utilizzare anche come bagnoschiuma, grazie alla presenza di estratti vegetali come l’olio di mandorle o il sesamo. Questi prodotti sono particolarmente adatti anche per i bambini che hanno la pelle sensibile e soggetta a facili irritazioni. Anche il brand gioca un ruolo determinante. Meglio puntare sui marchi noti, specializzati da anni nella creazione di prodotti naturali ideali anche per i bambini fin dai primi giorni di vita.