Sharon Stone: «300 iniezioni di Botox dopo l’emorragia cerebrale»

Sharon Stone si è sottoposta a vari interventi di chirurgia estetica per ridare forma al proprio viso, dopo l’emorragia cerebrale.

La star di «Basic Instinct» è tornata sull’argomento durante un’intervista con Vogue Arabia, a cui ha rivelato di aver fatto costante uso di Botox e filler.

«Ci sono stati periodi di super fama in cui il Botox e i filler erano il pane quotidiano», ha dichiarato la diva. «E poi ho avuto questo brutto ictus e nove giorni di emorragia cerebrale, e mi sono sottoposta a oltre 300 iniezioni di Botox e filler per ripristinare un lato del mio viso».

Sharon è stata colpita dall’emorragia cerebrale nel 2001 all’età di 43 anni.

La star, oggi 64 anni, ha aggiunto che prima della malattia considerava la chirurgia estetica come «una dolce lussuria», mentre dopo il drammatico evento divenne necessaria per risolvere gli effetti di un grave problema di salute che l’ha quasi portata alla morte.

Sharon ha infine rivelato di essere stata scaricata da un uomo più giovane, dopo essersi rifiutata di iniettarsi altro Botox.