Si diffonde un altro virus tra i più piccoli: di cosa si tratta

·2 minuto per la lettura
altro virus respiratorio bambini
altro virus respiratorio bambini

Dopo aver affrontato una brusca risalita dei contagi di Covid-19 a causa della facile diffusione della variante Delta, il Regno Unito fa i conti con un nuovo problema. Nel Paese, infatti, si sta diffondendo un altro virus respiratorio tra i bambini. Negli ospedali inglesi si assiste a una crescita delle infezioni respiratorie nei bambini, inclusa un’ondata fuori stagione dell’infezione causata da virus respiratorio sinciziale (RSV). Per gli esperti, “colpita un’intera generazione di bambini che non ha incontrato molti agenti virali mentre erano in vigore le restrizioni Covid.

Si diffonde un altro virus respiratorio tra i bambini

Oltre ai problemi legati alla pandemia, i medici britannici segnalano la diffusione di un altro virus respiratorio che tende a essere messo nell’ombra dall’emergenza coronavirus. Negli ospedali del Regno Unito si registra un incremento dei ricoveri per gravi infezioni respiratorie nei bambini. Anche se fuori stagione, si sta assistendo a un’ondata dell’infezione causata dal virus respiratorio sinciziale (RSV).

Si tratta dell’agente virale noto come la principale causa di bronchilite e polmonite nei bambini sotto i due anni. Si diffonde in epidemie annuali, alle quali normalmente si assiste durante la stagione invernale. Tuttavia, nelle ultime settimane, gli ospedali inglesi registrano un incremento delle infezioni gravi.

Si diffonde un altro virus respiratorio tra i bambini: il motivo

Si tratta probabilmente di una conseguenza delle misure adottate per contenere la diffusione della pandemia. Le restrizioni, infatti, avrebbero apportato una minore diffusione anche di altri virus respiratori, come quelli dell’influenza stagionale e il virus respiratorio sinciziale.

La ridotta circolazione di alcuni patogeni durante l’inverno ha praticamente annullato la stagione influenzale e apportato una riduzione dell’84% dei ricoveri per bronchiolite nei Paesi dell’emisfero settentrionale. Secondo gli esperti, tale situazione ora sta generando conseguenze rilevanti, determinando un aumento della popolazione soggetta a molti virus respiratori.

Si diffonde un altro virus respiratorio tra i bambini: le parole degli esperti

Grace Roberts, ricercatrice in virologia della Queen’s University Belfast, ha spiegato che l’RSV sta colpendo “neonati che non hanno incontrato molti patogeni mentre erano in vigore le restrizioni Covid. Non sappiamo perché alcuni bambini infetti da RSV manifestino sintomi lievi e altri si ammalino gravemente”.

Quindi ha ricordato: “Sono stati identificati molti fattori di rischio associati a una grave malattia da RSV, tra cui età (i bambini di un mese sono a più alto rischio), sesso (i maschi sono statisticamente più a rischio delle femmine), fattori ambientali come l’esposizione al fumo, malattie polmonari sottostanti e alcuni fattori genetici”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli