Siamo pronte al grande ritorno del catalogo Postalmarket (con Diletta Leotta in copertina)?

Di Federica Caiazzo
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Alessandro Sabattini - Getty Images
Photo credit: Alessandro Sabattini - Getty Images

From ELLE

"Con Postalmarket sai, uso la testa. E ogni pacco che mi arriva è una festa". Recitava così lo slogan di Postalmarket, il modello di business statunitense della vendita tramite catalogo importato in Italia nel 1959 su un'idea dell'imprenditrice milanese Anna Bonomi Bolchini. Ebbene, che le amanti dello shopping smart e ragionato si preparino a usarla di nuovo, la testa: Postalmarket ha annunciato il suo ritorno nel 2021 (dopo aver dichiarato fallimento nel 2015), sfruttando non solo il potere delle nuove piattaforme e-commerce digitali, ma regalandoci anche un'esperienza shopping Amarcord che farà della leggendaria rivista il suo cuore pulsante.

Il conto alla rovescia è già attivo sul sito di Postal Market (www.postalmarket.it): quando debutterà la nuova piattaforma dello shopping online? L'appuntamento è prefissato all'autunno 2021, insieme al primo catalogo (sarà proprio come lo ricordiamo?) che avrà come volto di copertina quello della conduttrice televisiva italiana Diletta Leotta.“È per me un onore essere stata scelta per la copertina del primo numero del nuovo Postalmarket che nel passato ha ospitato grandi icone di bellezza, da Cindy Crawford a Claudia Schiffer, da Carla Bruni a Monica Bellucci - ha dichiarato Diletta - È quindi un grande privilegio comparire sul mitico catalogo che ha fatto scoprire agli italiani la vendita per corrispondenza, anticipando di alcuni decenni il successo della vendita online”.

Cosa aspettarci dal nuovo Postalmarket in arrivo nel 2021? Le categorie shopping saranno, sia sul cartaceo sia online, curate da esperti di settore che mireranno a offrire il meglio di moda, design, beauty, enogastronomia e tecnologia. Inoltre, come sottolinea quifinanza.it, il rilancio di Postalmarket è frutto di un'idea dell'imprenditore friulano Stefano Bortolussi, che ha acquisito il marchio nel 2018. Previsioni: fatturare tra i 500 milioni e il miliardo di euro nei primi 5 anni di attività. Missione: diventare leader in un mercato già molto competitivo di per sé, puntando a essere il nuovo “Amazon italiano”. Se ci riuscirà? Staremo a vedere.