SIDS: ecco come individuare i neonati a rischio

SIDS
SIDS

La sindrome della morte improvvisa del lattante, o SIDS, è un termine che spaventa i genitori di tutto il mondo. È qualcosa di cui i genitori sentono spesso parlare e che sperano davvero che non accada mai alla loro famiglia. La sindrome della morte improvvisa del lattante è una morte inspiegabile e improvvisa di un bambino apparentemente sano, che spesso si verifica prima dell’età di un anno.

Queste morti infantili si verificano in genere quando il bambino sta dormendo e sono anche chiamate “morte in culla”. Per molti anni i ricercatori hanno cercato di identificare le cause e i fattori di rischio della SIDS per evitare che queste morti si verifichino. Sebbene i ricercatori non siano riusciti a identificare la causa esatta della SIDS, nuove ricerche indicano che le morti possono essere correlate a una combinazione di fattori e che esistono fattori protettivi che le famiglie possono tenere presenti.

Fattori di rischio per la SIDS

Alcuni ricercatori hanno osservato che la SIDS può essere correlata a un difetto in una parte del cervello dei neonati che è legata alla respirazione e al risveglio dal sonno. Altri fattori di rischio sono:

  • Nascita prematura

  • Basso peso alla nascita

  • Esposizione al fumo di sigaretta

  • Infezioni respiratorie

  • Difetti cerebrali

  • Essere un maschio

  • Neonati non bianchi

  • Morti per SIDS in famiglia

I ricercatori hanno anche notato che i bambini nati da madri di età inferiore ai 20 anni, che hanno bevuto alcolici o fatto uso di sostanze durante la gravidanza o che non hanno ricevuto cure adeguate durante il periodo prenatale possono essere a maggior rischio di sviluppare la SIDS. Oltre a questi fattori di rischio, sono stati identificati significativi fattori di rischio ambientali, che hanno portato allo sviluppo delle Linee guida per il sonno sicuro.

Fattori protettivi

Molte linee guida per il sonno sicuro sono state messe in atto per garantire che i bambini dormano in un ambiente sicuro per ridurre il rischio di SIDS e di altri tipi di morte in culla, come il soffocamento o lo strangolamento. Negli Stati Uniti, le linee guida per il sonno sicuro sono stabilite dall’American Academy of Pediatrics (AAP). Le linee guida per un sonno sicuro includono:

  • Mettere i bambini a dormire sulla schiena in una culla o in un lettino

  • Allattare i bambini al seno

  • Offrire il ciuccio

  • Evitare l’esposizione a tossine nocive come il fumo di sigaretta

  • Far dormire i bambini su una superficie piana e solida, come il materasso della culla

  • Il loro lettino/culla (spazio per dormire) è libero da oggetti sciolti come coperte, peluche, paracolpi o altri prodotti potenzialmente pericolosi

  • Assicurarsi che i bambini dormano in un ambiente fresco e non siano a rischio di surriscaldamento

  • I bambini condividono la stanza con i genitori almeno fino a sei mesi (e anche fino a un anno), evitando di condividere il letto

LEGGI ANCHE: