Simonetta Chiarugi #time2share

Di Ombretta Mottadelli
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Photo
Photo credit: Courtesy Photo

From Marie Claire

Simonetta Chiarugi è una progettista di orti e giardini che nel suo blog About Garden condivide esperienze e informazioni con tutti gli amanti del giardinaggio. Dopo tanti anni nel mondo della moda, suo primo amore e lavoro, ha scoperto una grande passione per la natura. Ha imparato a coltivare piante e fiori sperimentando nel bosco-giardino della sua casa di famiglia nell’entroterra ligure e da quel momento è nata la passione. Ora si occupa di un piccolo orto in comodato d’uso, visita giardini, organizza eventi vivaistici di importanza nazionale e workshop in tutta Italia per diffondere la cultura del verde.

Che cosa puoi fare per gli altri in questo momento e condividerai per #time2share?
Credo, e sto constatando quotidianamente, che in questo periodo sia forte l'esigenza di circondarsi di piante e conoscere meglio il mondo del verde e del gardening in generale. Anni fa ho deciso di aprire un blog per raccontare il mio rapporto con le piante e condividere la mia esperienza di appassionata. Negli ultimi mesi molte persone e in particolare tanti giovani, hanno iniziato a seguire il mio profilo Instagram @aboutgarden perché dicono che io riesca a trasmettere nozioni anche tecniche con semplicità. Durante le feste natalizie il verde è protagonista di tante decorazioni così ho pensato di offrire una piccola guida introduttiva per fare ghirlande.

Com’è nata questa tua passione?
Ho scoperto l'amore per le piante in “tarda età”, ed è nato dall'unione di due grandi passioni, quella per il cibo e quella per l'acquerello botanico di cui sono ora anche insegnante. Sentivo la necessità di avere verdure e aromi freschi sulla mia tavola così ho iniziato a coltivarli allestendo un piccolo orto a casa. Contemporaneamente ho scoperto la bellezza di dipingere un fiore o una pianta e questo mi ha permesso di coglierne ogni piccolo particolare.

Che cosa ti piacerebbe imparare da qualcun altro?
Mi piacerebbe migliorare la conoscenze dell'inglese, determinante per chi ama le piante perché molti testi sono scritti proprio in quella lingua.