Sintomi e cause delle infezioni urinarie nei bambini

·10 minuto per la lettura
infezioni urinarie
infezioni urinarie

Le infezioni urinarie nei neonati e nei bambini (UTI) agiscono nel tratto urinario per via di determinati batteri. Le UTI possono essere pericolose per i neonati e i bambini piccoli, ed è importante chiamare il medico se si sospetta che il bambino ne abbia una. I sintomi comuni includono pianto durante la minzione, urine maleodoranti o torbide, irritabilità inspiegabile, vomito e diarrea. Il medico probabilmente prescriverà degli antibiotici se il tuo bambino ha una UTI.

Cos’è un’infezione del tratto urinario?

Un’infezione del tratto urinario (UTI) è un’infezione batterica che può colpire qualsiasi parte del tratto urinario. Il tratto urinario include:

  • Reni, che producono l’urina

  • Ureteri, i tubi che portano l’urina dai reni alla vescica

  • La vescica, che immagazzina l’urina finché il corpo non è pronto a svuotarla

  • Uretra, il tubo che porta l’urina dalla vescica fuori dal corpo

Normalmente, l’urina viaggia attraverso il tratto urinario senza problemi. Tuttavia, a volte i batteri entrano nell’urina dalla pelle intorno ai genitali o al retto o attraverso il flusso sanguigno. Questo può creare infezioni e infiammazioni in qualsiasi punto del percorso. Un’infezione della vescica è chiamata cistite, mentre un’infezione dell’uretra è uretrite, e un’infezione renale è pielonefrite.

Circa l’8% delle ragazze e il 2% dei ragazzi avranno almeno un’infezione del tratto urinario prima dei 7 anni. Durante i primi mesi di vita, però, sono più comuni nei ragazzi che nelle ragazze.

Le infezioni sono pericolose per i bambini e i ragazzi?

Possono esserlo. Le infezioni del tratto urinario sono di solito facili da trattare ma, se non trattate, possono causare danni permanenti ai reni e persino l’insufficienza renale. I medici dicono che i bambini sotto i 2 anni hanno più probabilità dei bambini più grandi di subire gravi danni. Di conseguenza, è particolarmente importante prendere e trattare l’infezione delle vie urinarie di un neonato o di un bambino il più presto possibile.

Chiama il medico di tuo figlio se sospetti che qualcosa non va.

Cos’altro può causare o portare all’UTI nei bambini?

Ci sono una serie di altre cause o pratiche che possono portare alle infezioni urinarie:

  • Non svuotare completamente la vescica

  • Aspettare troppo a lungo per urinare

  • Costipazione

  • Scarsa igiene del bagno (come pulirsi da dietro a davanti nelle ragazze)

  • Sedersi in un pannolino o in un costume da bagno bagnato

  • Pantaloni aderenti

  • Mutande non di cotone

  • Bagni di schiuma e altri saponi e detergenti che possono irritare i genitali e l’uretra

  • Cibi o bevande che causano irritazione della vescica, tra cui cioccolato, alcune spezie e bevande con caffeina

  • Blocchi urinari

  • Una condizione chiamata reflusso vescico-ureterale, in cui l’urina dalla vescica risale verso i reni

  • Storia familiare di infezioni urinarie

Come faccio a sapere se il mio bambino ha infezioni urinarie?

Può essere difficile sapere se il tuo bambino ha un’infezione, perché molti neonati non mostrano sintomi evidenti. Per molti bambini, una febbre inspiegabile è l’unico sintomo evidente. Circa il 5% dei bambini che hanno la febbre hanno un’infezione urinaria. La mancanza di altri segni evidenti è il motivo per cui così tante infezioni nei bambini non vengono rilevate, secondo l’American Academy of Pediatrics.

In alcuni casi, un bambino può mostrare altri sintomi, con o senza febbre:

  • Pianto o un’altra indicazione che la minzione è dolorosa

  • Urina maleodorante

  • Urina torbida o sanguinolenta

  • Irritabilità inspiegabile e persistente

  • Vomito

  • Rifiuto di mangiare

  • Scarso aumento di peso

  • Diarrea

Come faccio a sapere se il mio bambino ha un’infezione?

Come per i bambini, una febbre inspiegabile può essere l’unico sintomo evidente di un’infezione urinaria nei bambini. Tuttavia, poiché i bambini sono in grado di comunicare meglio, possono aiutarvi a conoscere altri sintomi che stanno sperimentando. Oltre ai sintomi elencati sopra, un bambino può anche avere:

  • Un bisogno frequente e urgente di urinare

  • Difficoltà a svuotare la vescica

  • Dolore o bruciore durante la minzione

  • Incidenti diurni o notturni in un bambino che ha imparato a usare il bagno

  • Dolore addominale, laterale o alla schiena

  • Affaticamento

  • Brividi

Come vengono diagnosticate le infezioni nei neonati e nei bambini?

Per diagnosticare un’infezione, il medico del tuo bambino:

  1. Chiederà informazioni sui sintomi del tuo bambino.

  2. Esaminerà fisicamente il tuo bambino.

  3. Eventualmente chiederà informazioni su una storia familiare di infezioni (la tendenza ad averle può essere ereditata geneticamente).

  4. Raccoglierà un campione di urina. L’urina viene analizzata per verificare che il bambino abbia un’infezione e per determinare quali batteri la stanno causando, in modo che il medico possa prescrivere l’antibiotico giusto.

  5. In alcuni casi, il medico può ordinare ulteriori test.

infezioni urinarie bambini
infezioni urinarie bambini

Raccolta del campione di urina: cosa aspettarsi

Il medico avrà bisogno di un campione di urina “sterile”, che non sia stato contaminato dai batteri sempre presenti sulla pelle del tuo bambino. Questo è difficile da fare con un neonato o un bambino piccolo che non può urinare a comando o seguire istruzioni speciali. Ecco i diversi modi in cui il medico può raccogliere un campione di urina.

Coppa durante la minzione: se il tuo bambino è capace, puoi aiutarlo a fornire un campione di urina. Il medico o l’assistente medico ti darà delle salviette speciali e ti dirà di usarle per pulire l’area genitale di tuo figlio, pulendo da davanti a dietro. Successivamente, dovrai raccogliere un po’ di urina a metà del flusso in una piccola tazza mentre il tuo bambino sta urinando. Potresti aver bisogno di essere paziente, sia nell’aspettare che tuo figlio faccia pipì che nel lavorare con lui per una raccolta pulita.

Catetere: se hai un neonato o un bambino molto piccolo, il medico userà molto probabilmente un catetere per ottenere un campione di urina. Pulirà i genitali del tuo bambino con una soluzione sterile e poi infilerà un tubo, o catetere, nell’uretra per ottenere l’urina direttamente dalla vescica. Il tuo bambino potrebbe piangere durante questa procedura, ma è sicura e di routine. Anche se può essere scomoda, di solito dura meno di un minuto.

Ago: un’altra opzione, non usata così spesso, è quella di raccogliere l’urina direttamente dalla vescica del tuo bambino inserendo un ago nell’addome inferiore.

Dopo che il medico ha raccolto il campione di urina, può essere in grado di ottenere risultati preliminari utilizzando un dipstick dell’urina o esaminando l’urina al microscopio in ufficio. Se vede prove di infezione da questi risultati iniziali, può iniziare subito il trattamento. Il pediatra invierà anche il campione di urina a un laboratorio per le analisi, per scoprire quale tipo di batterio sta causando l’infezione. Possono essere necessari fino a tre giorni per ottenere i risultati.

Altri test

Oltre a prelevare un campione di urina, il medico può raccomandare altri test. Lo farà se sospetta che l’infezione stia segnalando che c’è qualcosa che non va nel tratto urinario, come un blocco o un reflusso vescico-ureterale. I test che il medico del tuo bambino potrebbe raccomandare includono:

  • Ecografia, che utilizza onde sonore per mostrare un’immagine dei reni e della vescica.

  • Cistouretrogramma vescicale, che mostra se l’urina sta risalendo dalla vescica del suo bambino nei suoi reni.

  • Scansioni nucleari, che sono simili a un cistouretrogramma ma usano liquidi radioattivi.

Come si cura un’infezione urinaria nei neonati o nei bambini?

Il tuo medico probabilmente prescriverà degli antibiotici in forma liquida o masticabile. Riceverai le istruzioni per dare al tuo bambino da una a quattro dosi al giorno per un massimo di due settimane, a seconda del farmaco. Anche se il tuo bambino inizia a sembrare migliore in pochi giorni, continua a dare il farmaco fino a quando non è sparito. Se non lo fai, i batteri che causano l’infezione potrebbero non essere completamente eliminati e l’infezione potrebbe tornare più forte, rendendo tuo figlio ancora più malato.

Se è molto malato e non è in grado di mangiare o bere, dovrà passare qualche giorno in ospedale per ricevere le medicine per via endovenosa. Anche i bambini di meno di 2 mesi con l’infeizone possono avere bisogno di essere ricoverati in ospedale per il trattamento.

Cosa succede se l’infezione è causata da un problema più serio?

Se il tuo bambino ha un blocco nel suo tratto urinario, potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico per correggerlo. Nel frattempo, il medico può prescrivere al bambino degli antibiotici a lungo termine e a basso dosaggio per prevenire le infezioni ricorrenti e per evitare danni ai reni.

Ci sono dei rimedi casalinghi?

Se sospetti che tuo figlio abbia un’infezione urinaria, è importante prendere subito un appuntamento con il medico di tuo figlio per trattare una possibile infezione con una medicina e per ridurre qualsiasi possibilità di danno renale. A casa, puoi assicurarti che tuo figlio beva molti liquidi (chiedi al tuo medico quanto dovrebbe bere) e urini spesso. Un cuscinetto riscaldante sulla schiena di tuo figlio può aiutare con il dolore.

infezioni urinarie bambino
infezioni urinarie bambino

C’è un modo per prevenire le infezioni del tratto urinario?

Alcuni bambini possono essere semplicemente inclini alle infezioni, ma qui ci sono alcune cose che puoi fare per ridurre al minimo il rischio di infezione del tuo bambino.

Idratare: assicurati che il tuo bambino assuma molti liquidi. I liquidi aiutano anche a prevenire la stitichezza, che renderebbe più probabile un’infezione. Bere di più farà urinare il tuo bambino più frequentemente, sciacquando il tratto urinario (urinare ogni tre ore circa durante il giorno è un buon obiettivo).

Allattare: se stai allattando, continua fino a quando il tuo bambino ha almeno 7 mesi, se possibile. Alcuni studi hanno dimostrato che allattare così a lungo può proteggere dalle infezioni urinarie.

Offrire cibi pieni di fibre: se il tuo bambino ha iniziato a mangiare da solo, offri frutta, verdura e cereali integrali in abbondanza per aiutare a prevenire la stitichezza. Quest’ultima è stata legata alle infezioni urinarie ricorrenti, e lo stesso vale per i bambini piccoli.

Attenzione ai saponi: se hai una bambina, evita saponi aggressivi e bagnoschiuma (che possono irritare i suoi genitali).

Pulisci correttamente: pulisci da davanti a dietro quando cambi il pannolino del tuo bambino per ridurre al minimo i batteri nella zona. Se il tuo bambino è stato addestrato alla toilette, insegnagli a farlo da solo.

Svuotare la vescica: se il tuo bambino è stato addestrato alla toilette, ricordagli di svuotare completamente la vescica ogni volta che ci va, piuttosto che saltellare fuori dal water prima di aver finito. L’urina che rimane a lungo nella vescica può accumulare batteri, rendendo più probabile un’infezione.

Succo di mirtillo: considera di offrire al tuo bambino piccole quantità di succo di mirtillo. Alcuni studi suggeriscono che questo popolare rimedio casalingo può aiutare ad allontanare le infezioni ricorrenti. Tuttavia, non ci sono buone prove in merito.

Tieni presente che i bambini più piccoli di 12 mesi non dovrebbero bere alcun succo di frutta. Inoltre, non dare mai il succo di mirtillo al posto degli antibiotici prescritti per un’infezione alle vie urinarie.

Essere non circonciso influisce sul rischio di infezione?

Gli studi dimostrano che la circoncisione offre una certa protezione contro le infezioni urinarie, anche se gli esperti non hanno capito esattamente perché. Tuttavia, la maggior parte dei neonati non circoncisi non sviluppano le infezioni. Un grande studio di revisione, infatti, ha concluso che sarebbero necessarie 111 circoncisioni per prevenire una sola infezione.

È vero che il bagnoschiuma causa infezioni?

Non ci sono prove che il bagnoschiuma causi infezioni urinarie, ma i genitori sono spesso avvertiti di non usare il bagnoschiuma perché a volte può portare a irritazioni. Il bagnoschiuma o qualsiasi tipo di sapone forte – anche l’acqua saponata – può irritare l’apertura dell’uretra di un bambino. Una volta che è irritata, può diventare doloroso per il bambino urinare, inducendolo a trattenere l’urina e dando ai batteri un posto per crescere.

Assicurarsi che il bambino si asciughi correttamente e beva molta acqua (in modo che urini regolarmente e non diventi stitico) può fare di più per prevenire le infezioni che evitare i bagni di schiuma. Tuttavia, se tuo figlio sembra incline alle infezioni del tratto urinario, è sicuramente una buona idea vietare le bolle. Se, inoltre, ha già un’infezione delle vie urinarie, è probabile che un bagno di bolle aggravi la pelle già sensibile. Chiedi al medico di tuo figlio se non sei sicuro se usare il bagnoschiuma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli