Sintomi, trattamenti e prevenzione per la rosolia nei bambini

·4 minuto per la lettura
rosolia
rosolia

Se il tuo bambino ha avuto di recente la febbre e ora ha un’eruzione cutanea a macchie rosa, potrebbe trattarsi di rosolia. Questa problematica è anche conosciuta come roseola infantum o sesta malattia. La rosolia è una malattia virale abbastanza lieve e comune che di solito colpisce i bambini tra i 3 mesi e i 4 anni di età. È causata da un virus dell’herpes (anche se non il tipo che si trasmette sessualmente).

Quali sono i sintomi della rosolia?

È possibile che un bambino abbia il virus senza sembrare malato, ma la rosolia di solito inizia con una febbre improvvisa e relativamente alta (tra i 38 e i 40 gradi. La febbre dura tipicamente da tre a sette giorni e può finire bruscamente, seguita dall’eruzione cutanea rivelatrice. Quest’ultima può durare giorni o solo ore; è rosa e può avere piccole macchie piatte o protuberanze in rilievo.

Queste macchie possono avere un “alone” più chiaro intorno e diventare bianche se si preme su di esse. L’eruzione non è pruriginosa o scomoda, e il contatto con l’eruzione non diffonde la malattia. Di solito si presenta sul tronco e sul collo, ma può estendersi a braccia, gambe e viso. Altri sintomi della rosolia possono includere:

  • Irritabilità

  • Sonnolenza

  • Diarrea leggera

  • Scarso appetito

  • Palpebre gonfie o cadenti

  • Naso che cola

  • Mal di gola

  • Tosse

  • Linfonodi gonfi nel collo o alla base del cranio

Alcuni bambini possono avere un attacco febbrile quando la loro febbre sale all’inizio della malattia. Se questo accade, metti il bambino sul letto o sul pavimento e giragli la testa di lato in modo che il vomito o la saliva possano defluire. Il bambino può perdere conoscenza e muovere le braccia, le gambe o i muscoli facciali per due o tre minuti. Può anche perdere il controllo della vescica o dell’intestino.

Anche se le convulsioni indotte dalla febbre nei bambini piccoli possono spaventare i genitori, raramente sono gravi o dannose. Tuttavia, è importante chiamare il medico il più presto possibile dopo la crisi. Inoltre, cerca di osservare quanto dura la crisi, perché il medico vorrà saperlo.

Chiama il 118 se la crisi non si ferma dopo cinque minuti.

Devo chiamare il medico se penso che mio figlio abbia la rosolia?

Sì, è una buona idea consultare il medico se il tuo bambino ha la febbre e un’eruzione cutanea. Il pediatra ti chiederà dei sintomi di tuo figlio e, a seconda dell’età e dei sintomi, potrebbe volerlo visitare.

rosolia bambini
rosolia bambini

Qual è il trattamento?

Non c’è un trattamento specifico per la rosolia. Come la maggior parte delle malattie virali, ha solo bisogno di fare il suo corso. La cosa più importante che puoi fare è assicurarti che tuo figlio riposi e assuma molti liquidi per evitare la disidratazione. Se il tuo bambino è a disagio, il medico può suggerire di dargli acetaminofene per bambini (o ibuprofene se il tuo bambino ha almeno 6 mesi) per far scendere la febbre.

Un altro modo per cercare di ridurre la febbre del tuo bambino, e renderlo più confortevole, è quello di fargli delle spugnature con acqua tiepida (non fredda) o fargli un bagno tiepido. Invece di asciugarlo, lascialo asciugare all’aria: l’evaporazione dell’acqua dalla pelle aiuta ad abbassare la temperatura corporea. Il tuo bambino può tremare e sentire freddo mentre è bagnato, ma questi possono essere modi efficaci per alleviare il disagio della febbre senza usare medicine.

Nota: non dare mai a un bambino l’aspirina. Può scatenare la sindrome di Reye, un disturbo raro ma potenzialmente fatale.

La rosolia è contagiosa?

Sì, e si diffonde molto facilmente tra i bambini piccoli attraverso la saliva o le goccioline respiratorie, come quando un bambino infetto starnutisce o tossisce. Si diffonde anche per contatto fecale-orale, come quando un bambino infetto non si lava le mani dopo essere andato in bagno. Poiché un bambino è contagioso prima di avere i sintomi, spesso non c’è modo di evitare l’esposizione.

Assicurati che tutti i membri della famiglia, specialmente quelli che si prendono cura di tuo figlio, si lavino spesso le mani. Questa è una buona idea soprattutto nella fase della febbre, perché non si sa che si ha a che fare con la rosolia fino a quando non si vede la classica eruzione cutanea. Per andare sul sicuro, tieni il tuo bambino a casa dall’asilo e dalla scuola, e fallo stare lontano da altre persone quando ha la febbre. Quando è passata da più di 24 ore, il tuo bambino può stare intorno agli altri, anche se appare l’eruzione rosea.

La buona notizia: una volta che il bambino ha avuto la rosolia, probabilmente avrà l’immunità per tutta la vita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli