Skin to skin con il bebè, quanto è importante?

·2 minuto per la lettura
skin to skin neonato
skin to skin neonato

Subito dopo il parto, il neonato entra in contatto con un ambiente dalla temperatura molto più bassa rispetto a quella corporea. Appoggiandolo al petto, la madre gli permette di vivere questo passaggio in maniera più dolce. Contatto pelle a pelle con il neonato, quali sono i benefici? Scopriamoli insieme.

Contatto pelle a pelle con il neonato: i benefici

Con il termine skin to skin si intende letteralmente il contatto pelle a pelle tra madre e neonato. Infatti, nel momento in cui il neonato nasce viene subito a contatto con la pelle della mamma. Si tratta di un modo per mantenere intatto il legame. Inoltre, oggi si tende anche a ritardare il taglio del cordone ombelicale, per cui il bebè può rimanere appoggiato in braccio alla madre anche senza interrompere la circolazione di sangue.

Il contatto pelle a pelle tra madre e neonato è la prima forma di contatto tra mamma e neonato appena dopo il parto ed è una pratica vantaggiosa tanto per il piccolo quanto per la donna. Infatti, entrambi ne traggono dei vantaggi dal punto di vista della salute fisica, emotiva e relazionale.

Il petto della madre rappresenta un ambiente accogliente e può essere definito come l’habitat naturale per un neonato nei primi giorni di vita. I suoi istinti primordiali gli permettono di muoversi su di esso e nutrirsi. Posati sul petto della mamma, pelle a pelle con lei, i bimbi appena nati vivono una situazione di intenso benessere, ma non solo. Questa consuetudine si è rivelata un importante strumento terapeutico che favorisce la salute dei neonati e, in particolare, dei bimbi nati prima del termine.

I benefici per la salute di mamma e neonato

Subito dopo la nascita, il bimbo viene asciugato dall’ostetrica e posto sul petto della madre. In seguito, viene coperto con un telo asciutto, stando comunque bene attenti a mantenere il contatto diretto.

Dal punto di vista fisiologico la pratica dello skin to skin permette di controllare meglio la temperatura corporea del neonato. Questo, infatti, è il vantaggio più evidente. Quindi, i benefici per la salute di mamma e neonato sono:

  • la stabilizzazione della respirazione e dell’ossigenazione;

  • la regolazione della sua temperatura corporea;

  • il controllo della frequenza cardiaca;

  • la stabilizzazione dei livelli di glucosio nel sangue;

  • la riduzione degli ormoni dello stress e il miglior controllo del peso;

  • il corretto sviluppo cerebrale;

  • la diminuzione del pianto e il mantenimento di uno stato di calma.

Inoltre, nelle ore dopo il parto, i livelli di ossitocina materni sono molto elevati e ciò permette un aumento del rilassamento, dell’attrazione reciproca e del riconoscimento facciale, che facilitano nella madre l’attaccamento e comportamenti di accudimento. Il contatto pelle a pelle e il massaggio del seno da parte delle mani del neonato, genera dei picchi di ossitocina che permettono un corretto avvio dell’allattamento, e assicurano la sopravvivenza del neonato.