Sono 29 gli scienziati dell’Oms che chiedono di non creare un legame-nesso fra il virus e l’Africa

Il vaiolo delle scimmie potrebbe cambiare nome
Il vaiolo delle scimmie potrebbe cambiare nome

Il vaiolo delle scimmie cambia nome? Pare proprio di si, a contare che quello attuale è “discriminatorio”. Sono infatti 29 gli scienziati dell’Oms che chiedono di non creare un legame-nesso fra il virus e l’Africa. Un documento stilato appositamente da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ed un lancio di  Sky News spiegano che la decisione arriverà presto. Quel gruppo di scienziati ha segnalato la “necessità urgente di un nome non discriminatorio e non stigmatizzante” per la malattia, malattia che è arrivata a diffondersi anche al di fuori dell’Africa, dove invece è considerata endemica.

Il vaiolo delle scimmie cambia nome?

Il documento in questione risale alla scorsa settimana, porta la firma di 29 esperti e in esso viene utilizzato il termine “hMPXV” per identificare il vaiolo delle scimmie. Ma cosa chiede la nota? “Una rapida decisione circa l’adozione di un nuovo nome, il continuo riferimento all’Africa non è solo impreciso ma anche discriminatorio e stigmatizzante”. Questo perché c’è “una narrativa sempre più crescente, tra i media e tra gli esperti, che sta cercando di collegare l’attuale focolaio globale all’Africa o all’Africa occidentale o alla Nigeria”.

Come con le prime varianti del Covid

In buona sostanza e come accaduto con il Covid che non venne più denominato in variante con i paesi dove veniva isolata, servono definizioni “neutre, non discriminatorie e non stigmatizzanti sarà più appropriato per tutta la comunità sanitaria a livello globale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli