Sostanze che stimolano le funzioni cognitive

·3 minuto per la lettura
integratori memoria
integratori memoria

Tra gli integratori alimentari che possiamo assumere ci sono anche quelli che aiutano a stimolare la nostra memoria e la concentrazione. Ma di cosa si tratta? Quali sono i migliori integratori?

Integratori per memoria e concentrazione

Periodi di particolare stress, stanchezza, l’avanzare dell’età, sono tutti fattori che possono ridurre la nostra concentrazione e causarci problemi di memoria: in questi casi può risultare utile assumere degli integratori specifici. Questi ultimi, per funzionare contro tali disturbi e incrementare la nostra attività mentale, devono contenere una serie di sostanze che svolgono un preciso ruolo nel nostro organismo. Vediamole.

Vitamine

Alleate di molte nostre funzioni vitali, le vitamine sono tra i primi ingredienti degli integratori per la memoria e la concentrazione. Lo sono perché aiutano il buon funzionamento del sistema nervoso, come le vitamine del gruppo B, ad esempio. Ma anche le vitamine C ed E, particolarmente antiossidanti, proteggono la salute delle cellule.

Minerali

Veniamo ai minerali: svolgono un ruolo importante nel mantenimento delle funzioni cognitive, e infatti gli integratori ne sono ricchi. Il magnesio salvaguarda la trasmissione delle sinapsi ed è alla base dei meccanismi di eccitabilità delle cellule. Anche lo zinco e il ferro intervengono nel buon funzionamento del sistema nervoso: il ferro, nello specifico, ci aiuta a sentirci meno stanchi e affaticati.

Acidi grassi

Omega 3, DHA, EPA, sono acidi grassi contenuti negli integratori per la memoria e la concentrazione, e vengono in nostro aiuto proteggendo le attività neurali.

Amminoacidi

Negli integratori per la memoria vengono solitamente rintracciati amminoacidi o loro derivati: sono fondamentali per ridurre il senso di stanchezza e i problemi di concentrazione. In particolare, la carnitina è fonte di benefici: protegge le cellule nervose ed è antiossidante.

Ginkgo biloba

Gli integratori per la memoria contengono molto spesso questo estratto vegetale, considerato utilissimo nei casi di perdita saltuaria della memoria e della concentrazione. Si tratta di un concentrato di flavonoidi e ginkgolidi, fondamentali per le nostre funzioni cognitive e di memoria. E’ utile, comunque, soprattutto nei soggetti che hanno già superato i 50 anni.

Ginseng siberiano

Di cosa si tratta? Dell’eleuterococco: altro estratto vegetale contenuto negli integratori, aiuta contro la stanchezza fisica e mentale e incrementa le funzioni cognitive, grazie all’alto contenuto di eleuterosidi.

Anche il normale ginseng è contenuto in questi integratori alimentari, ed anch’esso è una fonte di energia – dunque combatte la stanchezza – ed è ricco di ginsenosidi.

Efficacia ed effetti collaterali

Gli integratori per la memoria e la concentrazione sono considerati come molto utili da tanti soggetti che ne fanno uso, altri ritengono invece che non migliorino le prestazioni mentali. Sono sicuramente d’aiuto in quelle situazioni di forte stress e stanchezza non dovuti a condizioni patologiche sottostanti. Va ricordato che, infatti, gli integratori non sono farmaci e dunque non rappresentano una cura.

Gli effetti collaterali più comuni si riscontrano soprattutto quando gli integratori vengono assunti con altri farmaci, nello specifico anticoagulanti e antiaggreganti, antidepressivi, antibiotici e diuretici. Altre controindicazioni riguardano possibili allergie, nausea e vomito, insonnia e mal di testa. E’ bene dunque leggere sempre attentamente il foglietto illustrativo e consultare il medico prima di assumerli.