Speranza, '-95% ricoveri rispetto a due mesi fa, vaccini arma in più'

·1 minuto per la lettura

"Non dobbiamo dimenticare le settimane più difficili che abbiamo vissuto, avevamo quasi 30mila persone in ospedale fino a due mesi e mezzo fa, oggi siamo sotto 1.500 persone quindi -95% ricoveri. Avevamo 3.800 persone in terapia intensiva, oggi siamo a 190 anche in questo siamo a -90%. Anche la mortalità, e io ripeterò che finché c'è anche solo un decesso per me c'è una battaglia ancora non vinta, grazie ai vaccini è scesa con numeri inferiori rispetto a prima. La campagna di vaccinazione è l'arma essenziale per metterci alle spalle questa stagione, i numeri sono confortanti e dobbiamo insistete". Lo ha evidenziato il ministro della Salute Roberto Speranza nel suo intervento all'audizione alla Camera alla Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale sullo stato di attuazione e sulle prospettive del federalismo fiscale, anche con riferimento ai relativi contenuti del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

"Oggi superiamo i 55 milioni di dosi somministrate nel nostro Paese, siamo in condizioni di poter meglio definire le scadenze le scadenze dei prossimi mesi e progettare una riforma del Servizio sanitario nazionale che provi a trarre beneficio dalle molte lezioni ricevute in questi mesi", ha rimarcato il ministero.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli