Spike Lee torna al montaggio di “NYC Epicenters 9/11➔2021½”

·1 minuto per la lettura

Spike Lee sta rivedendo il montaggio dell'ultimo episodio della docuserie “NYC Epicenters 9/11➔2021½”.

La pellicola parla degli ostacoli affrontati dalla città nel corso dei due decenni dopo gli attacchi terroristici.

Lee era finito al centro delle polemiche per aver dichiarato al New York Times, che dei simpatizzanti della teoria della cospirazione erano stati intervistati.

L'episodio non è ancora andato in onda, ma i membri dei media che hanno visto il taglio originale, incluso lo scrittore del New York Times che ha intervistato il regista premio Oscar, erano preoccupati per le dubbie affermazioni avanzate.

Anche Lee ha dichiarato di condividere alcuni degli stessi dubbi del gruppo cospirazionista “Architects and Engineers for 9/11 Truth” - come l'idea che il carburante per aerei da solo non sia stato sufficiente a causare il crollo delle torri del World Trade Center - e per questo ha scelto di tornare in sala di montaggio.

«Sono tornato nella sala di montaggio e sto guardando l'ottavo e ultimo capitolo di “NYC EPICENTERS 9/11-2021½”. Ti chiedo rispettosamente di mantenere il tuo giudizio fino a quando non vedrai il FINAL CUT (sic)», ha detto Lee in una dichiarazione inviata a Variety dai capi della HBO.

La docuserie composta da otto episodi, che è stata presentata in anteprima sulla rete via cavo statunitense HBO domenica 22 agosto, presenta più di 200 interviste condotte dal regista di “Do the Right Thing”, con testimoni oculari degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, inclusi i primi soccorritori, politici e giornalisti.

L'episodio finale di due ore rimontato andrà in onda l'11 settembre (21), in occasione del 20esimo anniversario dell'11 settembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli