Spinaci: benefici e controindicazioni

·2 minuto per la lettura
spinaci
spinaci

Gli spinaci, originari della Persia, appartengono alla famiglia delle Chenopodiaceae, e sono ricchi di sostanze benefiche per la salute. Scopriamoli insieme.

Spinaci: le proprietà nutrizionali

Gli spinaci contengono importanti sostanze nutritive per il nostro organismo, che forniscono l’energia di cui abbiamo bisogno. I vegetali, infatti, contengono fibre, vitamine come la vitamina A, C, E e K, e sali minerali come ferro, calcio, magnesio, fosforo, potassio, sodio. Inoltre, sono perfetti per mantenersi in forma, dato che 100 grammi di prodotto contengono appena 32 calorie.

Benefici degli spinaci

In virtù delle sostanze benefiche che contengono, gli spinaci apportano numerosi benefici all’organismo. I vegetali sono famosi per essere ricchi di ferro, fattore che contrasta l’anemia e la stanchezza.

Gli spinaci poi, contenendo poche calorie, aiutano a mantenersi in forma, rallentano la digestione dei grassi e aumentano il senso di sazietà. Inoltre, regolano la pressione sanguigna grazie alla presenza del potassio.

Gli spinaci sono perfetti per chi pratica sport, perché contengono aminoacidi utili ad aumentare la massa magra e la resistenza muscolare. Inoltre, il nitrato aiuta a rendere più forti i muscoli.

I vegetali sono ricchi di antiossidanti, come vitamina C, acido folico e beta carotene, che contrastano i radicali liberi, proteggendoci da malattie cardiovascolari e da malattie agli occhi come la cataratta. Gli antiossidanti aiutano anche a proteggere la pelle dai danni di ossidazione causati dai raggi UV, oltre a prevenire il tumore al seno.

Gli spinaci sono ricchi di fibre, ottime per contrastare la stitichezza e favorire la regolarità intestinale. Inoltre, contengono vitamina K, che aiuta a rinforzare le ossa e a mantenere sano e attivo il sistema nervoso.

Infine, la vitamina A e i minerali aiutano a lenire la pelle, calmando prurito e irritazione.

Controindicazioni degli spinaci

Gli spinaci contengono acido ossalico, e per questo sono controindicati per chi soffre di osteoporosi e calcoli renali. La sostanza, infatti, favorisce l’accumulo di sali minerali nei reni e rallenta la guarigione delle fratture ossee.

I vegetali, inoltre, contenendo grandi quantità di vitamina K1 che favorisce la coagulazione del sangue, sono controindicati per coloro che assumono farmaci anticoagulanti.

Gli spinaci, essendo naturalmente lassativi, sono controindicati anche in caso di colite, perché potrebbero irritare l’intestino provocando dolore e gonfiore. Infine, i vegetali sono controindicati anche per chi soffre di malattie epatiche o altre patologie del fegato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli