Stefania Sandrelli picchiata da un calciatore: il racconto


Stefania Sandrelli, intervistata da "La Repubblica", ha parlato per la prima volta pubblicamente di un brutto episodio di violenza di cui è stata vittima molti anni fa.
Ad alzare le mani su di lei sarebbe stato un'ex giocatore della Lazio nonché fidanzato della sua cara amica Gigliola.
"Ho avuto un'esperienza terribile con un calciatore della Lazio, morto qualche anno fa. Era il fidanzato di Gigliola, una delle mie migliori amiche, che mi ospitava a casa sua. Era una delle prime volte che stavo a Roma", ha esordito l'attrice.
"Quel giorno eravamo pieni di bambini, anche Gigliola aveva una bambina adorabile, Cristina. Dice: 'Facciamo due macchine, ti accompagno io'", ha ricordato.
La 76enne ha poi ammesso che non si sarebbe mai aspettata una cosa del genere da parte di quest'uomo.
"Era il ragazzo di Gigliola. Io ho tanti difetti, ma sono in buona fede, sempre. Sono distratta, sono miope... a un certo punto vedo che mi viene incontro, mi dice ti aspetto, realizzo che si aspettava di fare s***o e io non volevo nel modo più assoluto", ha affermato.
Ricordando quegli istanti terribile ha proseguito: "In quella cabina mi ha menato, mi ha gonfiato gli occhi, ha rotto la faccia, le ossa, ero più morta che viva".
"Gigliola ha pianto, abbiamo pianto insieme, mi ha dovuto recludere in una specie di scantinato per non farmi vedere. E ha chiamato i carabinieri. Lei non l'ha mai più visto. Era una cosa che avevo rimosso, è stata una cosa pazzesca", ha concluso.