Stefano De Martino: «Se avessi smesso all'improvviso? Non se ne sarebbe accorto nessuno»

·1 minuto per la lettura

Stefano De Martino ha raggiunto molti dei suoi obiettivi, ma resta coi piedi ben piantati per terra.

Dal primo lockdown, la vita del ballerino è completamente cambiata: ha chiuso con l'ex moglie Belen Rodriguez e si è tuffato a capofitto nel mondo della tv, raccogliendo consensi sempre più ampi.

«Nel mio percorso c'è stato sacrificio, desiderio di arrivare a ogni costo e una fame di riuscita che rappresentava un riscatto sociale. Una cosa mi è chiara: il punto non è arrivare a un obiettivo, ma come ci si arriva. Venivo da un'estrazione teatrale e mi sono ritrovato in tv dovendo scardinare, io per primo, un pregiudizio che come tutti i pregiudizi è superficiale e sciocco», racconta Stefano De Martino a Vanity Fair.

«Non ero straordinario e non avevo la grazia di un étoile. Avevo la professionalità e tenevo tra le dita il mestiere, ma siamo onesti e diciamo la verità: se avessi smesso all'improvviso non se ne sarebbe accorto nessuno».

Se ha raggiunto i suoi obiettivi, Stefano lo deve a una persona in particolare: Maria De Filippi, «una persona che quando lavora sacrifica ogni altro aspetto della propria vita. Perfezionista fino alla maniacalità, ma sempre estremamente vera e naturale che risponda al telefono, beva un caffè o conduca. Fatica, ma vive senza fatica perché affronta il suo mestiere con divertimento e passione. È il suo segreto, gliel'ho rubato e ambisco a fare la stessa cosa».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli