Strage familiare nel Torinese

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Foto Ufficio Stampa Carabinieri/LaPresse09-11-2020   - Carignano - Torino Cronaca Carignano, all\'interno di una villetta privata, il proprietario 40enne ha esploso alcuni colpi d\'arma da fuoco, legalmente detenuta, all\'indirizzo della mogli, dei due figli minori e del cane sparandosi subito dopo alla testa. La donna è stata rinvenuta cadavere dai carabinieri che, allertati dai vicini, hanno sfondato la porta, mentre i 2 figli, due gemellini, sono stati trasportati d\'urgenza al Regina Elena del capoluogo piemontese in gravissime condizioni. L\'omicida nonostante la pronta assistenza medica del 118 è morto dopo poco. Sul posto i carabinieri per i rilievi scientifici DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE
Foto Ufficio Stampa Carabinieri/LaPresse

Dramma familiare in una villetta di Carignano, nel Torinese. Un 40enne ha ucciso a colpi di pistola la moglie e il cane e ha sparato ai due figli gemelli, uno dei quali è deceduto. Poi ha rivolto l'arma, legalmente detenuta, verso di sé e si è tolto la vita sparandosi subito dopo alla testa.

LEGGI ANCHE. L'ultimo messaggio di Mario Bressi alla moglie: "Domani avrai problemi ben più grossi"

La tragedia è avvenuta in borgata Ceretto di Carignano all'alba. I carabinieri, allertati dai vicini che hanno sentito grida e spari, hanno fatto irruzione nella villetta alle 5.30 del mattino. I militari hanno subito trovato il cadavere della donna. I bambini sono stati trasportati all'ospedale Regina Margherita di Torino dove uno, un maschio, è morto subito dopo l'arrivo. Ancora viva ma gravissima la figlia femmina. L'omicida era ancora vivo all'arrivo dei militari ma è morto comunque prima del trasporto in ospedale. I carabinieri indagano sui motivi del raptus.

GUARDA ANCHE: I misteri del caso Caronia