Stress: anche i gatti sono alleati preziosi

I cani sono spesso descritti come i migliori amici dell'uomo.

Ma quando si tratta di combattere lo stress, accarezzare un gatto può essere altrettanto benefico.

I ricercatori della Washington State University e dell'università belga KU Leuven hanno scoperto che molte persone - soprattutto quelle con emozioni forti e altamente reattive - traggono beneficio dalle interazioni con i felini.

«Il nostro studio dimostra che potremmo essere in grado di raggiungere un pubblico più ampio offrendo interventi che includono l’ausilio di cani e gatti. Le persone che si collocano nella parte più alta del tratto dell'emotività potrebbero essere più propense a partecipare e a trarre beneficio da queste interazioni», ha detto la coautrice Patricia Pendry.

«Siamo alla ricerca di modi nuovi per aiutare un maggior numero di persone a ridurre i propri livelli di stress. I gatti possono offrire un altro modo per raggiungere un pubblico più ampio».

Le università che attuano interventi assistiti dagli animali, come gli eventi "Pet Your Stress Away", hanno dimostrato i loro benefici, ma più dell'85% di essi include solo cani.

In seguito a un sondaggio condotto su oltre 1.400 studenti universitari, il team ha osservato che la possibilità di scegliere se interagire con un gatto o un cane, o con entrambi, potrebbe aumentare il numero di persone interessate a partecipare a un intervento assistito da animali.

«C’è la percezione che i cani esistano per compiacere le persone. Sebbene io possa descrivere i gatti come perspicaci, essi sono spesso percepiti come imprevedibili, distaccati o schizzinosi, caratteristiche che per alcuni possono essere difficili da gestire», ha aggiunto Pendry.

«Aneddoticamente, ci è sempre stato detto che le persone che amano i gatti sono diverse da quelle che amano i cani e che la maggior parte delle persone non è interessata a interagire con i gatti. I nostri risultati hanno rivelato che le persone sono interessate a interagire con i gatti e che questo interesse può essere guidato da diversi tratti della personalità».

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Anthrozoös.