Stress da lavoro: cosa è la sindrome di Burnout

stress da lavoro

Lo stress è un problema molto diffuso nel nostro millennio che può portare con sé numerosi altri disturbi, come insonnia. Una delle cause più comuni è il lavoro, fonte di moltissimi disagi e pensieri. Scopriamo cosa è la sindrome di Burnout, le cause e i rimedi naturali per lo stress da lavoro.

Sindrome di Burnout

Il Burnout, sindrome nota anche con il termine italiano esaurimento del lavoro, è il risultato finale di uno stress correlato al lavoro prolungato nel tempo. Si tratta di uno stato di esaurimento che può manifestarsi a livello fisico e/o emotivo, e si traduce spesso nella percezione che le proprie attività non abbiano alcun tipo di efficacia.

Alcune ricerche suggeriscono che molte persone che manifestano sintomi di stress da lavoro non credono che il loro lavoro ne rappresenti la causa principale. Qualunque sia l’insieme di ragioni che ne provocano la comparsa, il Burnout può influire in maniera davvero negativa sulla salute fisica e mentale. Vediamo di seguito cosa c’è da sapere sui fattori scatenanti e su come prevenire le conseguenze più negative.

Stress da lavoro: le cause

Tra i vari fattori che possono provocare lo stress da lavoro, molti sono relativi a una carenza di organizzazione o a un sovraccarico di lavoro. L’incapacità di influenzare le decisioni che incidono sul proprio lavoro, attraverso strumenti come una corretta pianificazione o di assegnazioni eque in termini di distribuzione dei compiti, possono comportare l’insorgere di uno stato di stresso. Anche delle aspettative poco chiare da parte del management possono condurre a non sentirsi a proprio agio sul posto di lavoro, causando la sensazione di non riuscire ad essere efficaci.

Inoltre, le dinamiche disfunzionali che possono emergere in alcuni luoghi di lavoro, date dall’eventuale presenza di personalità troppo dominanti, possono contribuire all’innalzamento dello stress lavorativo. Se ci sente molto isolati sul lavoro e ciò si riflette anche a livello personale, in virtù della mancanza di un’adeguata rete di supporto sociale, aumentano di conseguenza gli elementi stressanti.

Allo stesso modo, anche se la vita privata va bene, un lavoro che richiede troppo tempo e sforzi eccessivi da privare di energia, diventano sempre più rari e di minor qualità i momenti da trascorre con famiglia e amici, un aspetto che a sua volta potrebbe portare a un esaurimento più veloce.

Stress da lavoro: rimedi

Per evitare un accumulo di stress da lavoro, è bene discutere di preoccupazioni specifiche con il proprio supervisore. Se si tratta di una persona comprensiva, si può lavorare insieme per allineare le aspettative o raggiungere compromessi che funzionano per entrambe le parti.

Allo stesso modo, si può cercare il supporto dei colleghi, che spesso risultano preziosi perché conoscono l’ambiente. Se si ha accesso a un programma di assistenza psicologia per dipendenti, è consigliabile approfittare dei servizi di terapia offerta. Qualora l’ambiente di lavoro risulti tossico o davvero ostile, si consiglia di prova un’attività che aiuti a gestire lo stress come yoga o meditazione. Anche svolgere una regolare attività fisica può aiutare a distogliere la mente dal lavoro, donando un generale senso di maggiore equilibrio. È importante inoltre dormire a sufficienza per contrastare i sintomi poiché il riposo aiuta a proteggere la salute dell’organismo. Considerare tutte queste opzioni aiuterà a fare in modo che un lavoro impegnativo o non gratificante non riescano a compromettere la propria salute.