Summertime 2 ovvero il teen drama che celebra l'estate e ci fa fare pace con i nostri figli

·3 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo/Netflix
Photo credit: courtesy photo/Netflix

Tranquilli. Anche se dal 3 giugno Summertime torna su Netflix con gli episodi della seconda stagione, non esordiremo con "stessa spiaggia stesso mare" perché fa brutto. Summertime invece è una serie tv "ggiovane" (sì, con due g) e bella, e noi vogliamo omaggiarla con un pezzo agile dove vi spiegheremo i motivi per cui il teen drama italiano vi piacerà anche se avete più di 15 anni. Dunque, incominciamo.

L'idillio senza brufoli

In Summertime è tutto bellissimo: il tempo (va bene che è estate, ma qui non piove praticamente mai), la musica (super super trendy) e perfino il mare romagnolo. Ma a essere belli sono soprattutto i giovani, non solo fisicamente. Sulla riviera romagnola di Netflix non c'è infatti traccia delle aspiranti squillo di Baby né degli amici depressi di Hannah Baker (13 reasons why) o dei drogatoni di Euphoria: nossignori. Qui i ragazzi sono dei semplicissimi adolescenti con passioni comuni come le moto, la musica, l'abbronzatura. Il che, diciamolo, è una manna dal cielo perché tu, genitore ansioso, puoi finalmente guardare la tua prole senza l'impulso irrefrenabile di murarla viva in casa. Summertime ci ricorda che l'estate è la stagione degli amori, non per forza del devasto. E così, quando alla quarta puntata ti accorgi che ti stanno venendo i brufoli a 40 anni, sorridi perché è un prezzo dolce da pagare per avere questo genere di rassicurazioni televisive. "È difficile rappresentare un'intera stagione con una serie tv", commenta la protagonista Coco Rebecca Edogamhe, "nella vita si alternano momenti tormentati ad altri più leggeri: noi giovani siamo molte cose insieme". Hai ragione, cara, ma per ora lasciaci godere l'idillio...

Photo credit: courtesy photo/Netflix
Photo credit: courtesy photo/Netflix

Ludovico Tersigni

Diciamolo. Da quando hanno annunciato che sarà lui a condurre il prossimo X factor, guardiamo Ludovico Tersigni come un unto dal destino. A soli 25 anni, l'attore romano è salito sul tetto del mondo guadagnandosi la conduzione delle conduzioni. "È una grandissima occasione di crescita", ha commentato Tersigni, "un modo per imparare cose nuove ma anche per riconoscermi in cose che forse stavo cercando". Così quando nella serie tv sentiamo la frase "non puoi stare tutta la vita dentro un box, devi scendere in gara", pensiamo quasi che gli sceneggiatori abbiano doti divinatorie (o quasi). Tersigni peraltro ricorda per certi versi Riccardo Scamarcio: stesso sguardo che buca lo schermo, medesimo fascino magnetico. Non a caso Summertime è liberamente ispirato a Tre metri sopra il cielo: anche se il libro è stato discretamente stravolto, lo spirito è il medesimo.

Photo credit: courtesy photo/Netflix
Photo credit: courtesy photo/Netflix

Alzate il volume delle casse

Se siete maggiorenni, le vicende amorose vi interesseranno quel tanto, ossia poco. Però, cavolo, la colonna sonora... Le musiche non sono semplicemente belle ma vivono insieme ai protagonisti, intrecciandosi con le loro vicende. "Ogni personaggio ha una sua linea musicale, che è stata creata ad hoc", conferma Tersigni, "la musica entra a far parte integrante della storia". Non vi nascondiamo che ogni tanto è too much, quasi che gli sceneggiatori volessero colmare i buchi della storia con le canzoni. Beh, se anche fosse così, hanno ottenuto l'effetto desiderato: tra un brano classico e un ritmo pop, la puntata fila via che è una meraviglia. "La musica scelta mette d'accordo vecchie e nuove generazione", sottolinea Amanda Campana che nella serie interpreta il ruolo di Sofia. In questi nuovi episodi sono tantissimi gli artisti coinvolti: dai Coma_Cose a Margherita Vicario e Gio Evan, passando per tante star emergenti. Non ultimo, c'è lei: la dolce Thony che, per l'occasione, oltre a interpretare il personaggio di Isabella ha inciso due nuove canzoni inedite ossia Trouble me too e We'll be fine.

Photo credit: courtesy photo/Netflix
Photo credit: courtesy photo/Netflix

Piccola nota a margine: la stagione tre si farà. Lo ha annunciato Netflix, quindi è sicuro al 100%. Di questo passo Summertime rischia di diventare il nostro appuntamento estivo: la stagione inizierà ufficialmente solo quando Ale, Summer, Sofy e compagnia faranno capolino dai nostri televisori. Un abbrivio di stagione spensierato, come dovrebbe sempre essere l'estate.