Superfoods: tre alimenti da aggiungere alla dieta

Dai mirtilli alla barbabietola, molti tipi di frutta e verdura vengono regolarmente definiti “supercibi".

Ma per essere classificato come un superfood, un particolare alimento deve essere denso di sostanze nutritive, come vitamine, minerali, antiossidanti e acidi grassi essenziali, e solitamente povero di calorie.

Continua a leggere per controllare quali sono i tre supercibi meno conosciuti.

Yuzu

Agrume coltivato principalmente in Giappone, Corea e Cina, lo yuzu sta conquistando il mondo culinario. Viene spesso utilizzato in condimenti, salse, marmellate, bevande e dessert, ma non viene consumato da solo: ha un sapore piccante simile a una combinazione di limone, lime e pompelmo.

«Il motivo per cui lo Yuzu era tradizionalmente usato come medicinale - e in particolare per scongiurare il raffreddore - è molto probabilmente dovuto alla sua alta concentrazione di vitamina C», osserva Kash Atwal, co-fondatore di Operate. «Se riesci a mettere le mani su un frutto yuzu, può essere utilizzato più o meno allo stesso modo di limoni e lime: con il succo e la scorza utilizzabili per aggiungere sapore e vivacità a piatti o bevande. Ora puoi anche acquistare il succo di yuzu e altre bevande preparate con questo prezioso ingrediente. Ma controlla i livelli di zucchero in questi prodotti o potresti annullare i benefici per la salute».

Ashwagandha

L'Ashwagandha, noto anche come ciliegia d'inverno o ginseng indiano, è un'erba medicinale.

È molto probabile che tu ne abbia sentito parlare se hai familiarità con l'Ayurveda, l'antico sistema di medicina indiano che adotta un approccio olistico e naturale per combattere le malattie.

«Come da posizione ayurvedica, quest'erba ha benefici per la salute e il benessere sia fisico che mentale - osserva Kash Atwal -. In termini fisici, non solo gli studi hanno dimostrato che l'ashwagandha può aiutare a ridurre sia la glicemia che i trigliceridi (grassi nel sangue), implicando effetti positivi nel diabete, ma ha anche dimostrato di migliorare le prestazioni del cuore e dei polmoni quando si tratta di fornire ossigeno ai muscoli».

L'Ashwagandha può essere consumato come integratore in capsule o in polvere per la salute, ma se non sei uno che ama le pillole, può essere preso come tonico.

«A differenza di alcune erbe aromatiche, questa può essere piuttosto amara, quindi è meglio mescolarla con altri ingredienti», aggiunge Kash.

Seme di Griffonia

Questi sono i semi della pianta Griffonia simplicifolia: un arbusto rampicante diffuso nell'Africa occidentale e centrale. La gente del posto usa le foglie per fare il vino di palma e si può anche consumare la linfa.

«Le qualità superfood del seme di Griffonia sono quelle del 5-HTP, altra sostanza che ha subito ricerche sostanziali. Si tratta di un aminoacido prodotto naturalmente dall'organismo, che lo aiuta a produrre serotonina, un messaggero chimico che trasmette segnali tra le cellule nervose - afferma Kash -. Come con l'ashwagandha, gli integratori di 5-HTP sono prontamente disponibili. Si trova anche in combinazione con sostanze nutritive dalle proprietà simili, ad esempio ingredienti che favoriscono il sonno, sotto forma di integratore o bevande».