Svizzera, i vaccini AstraZeneca andranno in gran parte a Covax

·2 minuto per la lettura

Il Consiglio federale svizzero ha deciso di trasferire al programma internazionale Covax gran parte dei vaccini anti-Covid di AstraZeneca ordinati dalla Confederazione. Si tratta di circa 4 milioni di dosi, su un totale di 5,4 mln, con le quali il governo intende dare un contributo alla lotta globale contro la pandemia. La Confederazione punta dunque sui vaccini a mRna di Moderna e Pfizer/BioNtech. Hanno dimostrato di essere molto efficaci e ben tollerati, ha spiegato in conferenza stampa il ministro della Sanità Alain Berset, precisando che saranno comunque utilizzati anche altri preparati, in particolare per le persone intolleranti a quelli basati sulla tecnologia dell'Rna messaggero.

Visto che c'è abbastanza vaccino disponibile per proteggere la popolazione elvetica, il governo svizzero ha deciso di trasmettere 4 mln di dosi AstraZeneca all'iniziativa promossa dall'Organizzazione mondiale della sanità per un accesso equo alle vaccinazioni anti Sars-CoV-2 a livello internazionale. Nelle mani della Confederazione restano 1,4 mln di dosi, che verranno destinate prioritariamente alle persone intolleranti ai vaccini a mRna, a coloro che hanno ricevuto una prima dose di AstraZeneca all'estero o che vogliono un vaccino alternativo a quelli a base di Rna messaggero. AstraZeneca è un buon vaccino, approvato in molti Paesi, ha affermato il consigliere federale rispondendo a chi chiedeva lumi sul fatto che non abbia ancora ottenuto il via libera da Swissmedic.

La Svizzera è impegnata nella lotta alla pandemia a livello globale, ha evidenziato Berset, ricordando che lo scorso anno ha sostenuto Covax con 20 milioni di franchi, da destinare ai 92 Paesi a reddito basso. In aprile il Consiglio federale ha inoltre deciso di sostenere l'Access to Covid-19 Tools Accelerator (Act-A) con ulteriori 300 mln di franchi, 125 mln dei quali confluiranno nello strumento Covax.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli