Tappo mucoso in gravidanza: tutto ciò che c'è da sapere

Tappo mucoso
Tappo mucoso

Il processo di travaglio e parto di ogni donna è unico e, sebbene non tutte perdano il tappo mucoso, la maggior parte delle donne lo perde e può essere un segnale di travaglio imminente! Ecco tutti i dettagli da sapere sui tappi mucosi.

Prima di tutto, che cos’è un tappo mucoso?

Durante la maggior parte della gravidanza, il collo dell’utero dovrebbe rimanere chiuso, ovvero non dilatato. Ma anche quando è chiuso, c’è una piccola apertura attraverso la cervice. Il tappo mucoso è un accumulo di muco nel canale cervicale. Questo accumulo è un meccanismo che il corpo utilizza per proteggere il bambino dal mondo esterno. Quando il tappo mucoso cade, è segno che la cervice comincia ad ammorbidirsi e/o a dilatarsi. Non significa che entrerete immediatamente in travaglio, ma è un buon segno che il vostro corpo si sta preparando alla nascita.

Che aspetto ha?

L’aspetto può variare da un globulo di muco denso e duro a un globulo più viscido e appiccicoso. A volte può presentare anche delle striature di sangue. Quest’ultime sono normali, soprattutto se avete avuto rapporti sessuali di recente o se vi siete sottoposte a un controllo della cervice. Ma un’emorragia simile a un ciclo mestruale è sempre qualcosa di cui si deve avvertire il proprio medico curante.

Ho molte perdite, è il mio tappo mucoso?

Durante la gravidanza, e soprattutto quando si avvicina la fine, la maggior parte delle donne nota un forte aumento della quantità di perdite vaginali. Questo è molto normale. Se non ci sono altri sintomi, come prurito o cattivo odore, di solito non c’è da preoccuparsi. Non esitate a chiedere al vostro medico curante informazioni sulle vostre perdite anche durante le visite. A volte i sintomi possono essere causati da un’infezione batterica o da lievito, che può essere trattata.

Tappo mucoso gravidanza
Tappo mucoso gravidanza

Cosa succede se non perdo il tappo mucoso?

Non c’è problema. Alcune donne possono non accorgersi se cade. Può uscire a pezzi o tutto in una volta, oppure può accadere che si verifichi contemporaneamente all’inizio del travaglio. Non preoccupatevi. Anche se non lo perdete, non ha alcuna indicazione sull’esito del travaglio e del parto.

Come faccio a sapere se mi si sono rotte le acque?

Alla fine della gravidanza, la maggior parte delle donne presenta una quantità molto maggiore di perdite vaginali mucose. Per questo motivo le donne possono avere la sensazione che la loro biancheria intima sia spesso bagnata, quindi questo non è il miglior sintomo. In genere, quando si rompono le acque, si avverte una perdita di sostanza acquosa pura, non di muco. A volte si tratta di un’evidente fuoriuscita di liquido che scende lungo le gambe o sul pavimento. A volte, invece, può trattarsi di una perdita di liquido sottile e costante.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli